Lavoratore A2, la nona giornata prima della sosta


Il G. Siri torna a volare nel girone B della serie A2 del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori, dopo aver rallentato la sua marcia imperiosa (sette successi di fila) la settimana scorsa, quando aveva  impattato con il Deportivo 2007 (peraltro la seconda forza del campionato, anch’essa imbattuta e staccata solo di quatttro lunghezze).
Sul campo di un’altra temibile rivale come il neoretrocesso Real Quezzi, i “cardinalizi” si sono imposti chiaramente per 2-0.
A testimoniare la loro superioità c’è il fatto che il migliore in campo dei quezzini sia stato il portiere “Scoppet”, complimentato a fine gara dagli avversari. I viola hanno colpito con Adama Kourouma e Andrea Puglia.
La compagine di mister Pagano ha patito la maggior prestanza fisica degli avversari e in avanti il solo Giarratana ha creato qualche pericolo.

Il Deportivo 2007, come detto, è rimasto nella scia della capolista, liquidando con un secco 3-0 il Foce SAAR Depositi Portuali.
I focesi, in emergenza, nulla hanno potuto contro la formazione di Massimiliano Patti, che ha infilzato  con Matteo Zuccheri, Sergio Fiorentini e Mattia Salvi.

Il 9° turno ha fatto registrare un’altra caduta di due formazioni molto attese alla vigilia della competizione. Olimpic 1971 e Ca’ de Rissi San Gottardo.

I praesi hanno ceduto per 0-2 di fronte al Boca James, capitanato da Enzo Borrella. I bochensi stanno ottenendo pure risultati positivi nel torneo amatoriale.
Venerdì scorso hanno controllato con autorevolezza la situazione e hanno sfondato le linee con Abdelouahed Baha e Vladyslav Dzyunko.
Da rimarcare, in ogni caso, l’assenza di cartellini: la correttezza di tutti i giocatori è stata esemplare.   

Il Ca’ De Rissi San Gottardo ha perso di misura (0-1) contro lo Sweet Devils.
La partita sembrava bloccata sullo 0-0, con scarse conclusioni in porta. La più temibie l’avevano costruita nel primo tempo proprio i biancorossi, ma era stata sventata dall’eccellente numero uno degli avverari, Macripodari.
Anche nella ripresa si era visto ben poco, salvo qualche incursione estemporanea in mezzo a tanta confusione su entrambi i fronti.
Ma a 5’ dallo scadere, una sbandata generale della retroguardia di Luca Bazzurro, con Daniele Ravalli sveglio e lesto a cogliere l’inattesa opportunità, insaccando con freddezza.

Viaggia invece sempre a ritmi sostenuti lo Zener, che ha agganciato in terza posizione (e con una gara in meno) il Real Quezzi.

La compagine di Marco Pizzorno ha piegato per 2-1 un combattivo Phoenix 1995, affondato dalle “spingardate” di Ernesto Dragone e Simone Gallone.
La truppa di Carlo Melani si è battuta con coraggio e pure con un buon acume tattico, ma il guizzo di Luca Robba non è stato sufficiente per evitare il KO.

Goleada dell’Atletico Quarto, che ha superato senza problemi l’Onires con un eloquente 7-0. Mattia Lucagrossi ha piazzato due “ganci” micidiali”, a cui si sono aggiunti gli ””uppercut” di Simone Montefiori, Mauro Bocciardo, Pietro Tartaglia, Matteo Dosi e Stefano Morelli.

Ha riposato l’ASD 2S.

Nella graduatoria riservata ai bomber, Adama Kourouma (G. Siri) ha allungato, portandosi a 12 marcature, tre in più di Alaaeddine Asserane, del Boca James.
Mattia Lucagrossi (Atletico Quarto) è balzato a 8, Mattia Salvi (Deportivo 2007) a 7.
A 6 troviamo Paolo Giberti (Foce SAAR Depositi Portuali), Luca Bordiglione (Zener) e Gjergji Kusha (Olimpic Pra’ Palmaro 1971).

GIRONE B –Il Campomorone Sant’Olcese, che pareva inarrestabile, è stato bloccato sullo 0-0 da un tenace Boca Devils Genova, che ha confermato di essere un ostacolo non facile da scavalcare per chiunque.
In una prima frazione equilibratissima, non ci sono state occasioni, con i padroni di casa che hanno tenuto in mano il pallino, ma senza mai creare problemi in area avversaria. Nella ripresa, i ragazzi di Carlo Bricola hanno spinto sull’acceleratore. Oloudi ha sprecato una ghiotta opportunità con un debole tiro centrale e anche i successivi due tiri di Lungheu non sono stati efficaci. Nel finale, i rossoverdi sono poi stati salvati da dell’ottimo Costa, che ha impedito si concretizzasse la beffa. Giusta, in definitiva, la divisione della posta.

L’Az Home For Life è salito in seconda posizione, dopo aver superato con un eloquente 7-0 la Vecchia Rivarolese 2016.
Gli “immobiliaristi” sono stati trascinati da un immenso Walter Genna, che ha calato una favolosa quaterna; hanno completato lo score Matteo Guglielmucci (che ha concesso il bis) e Simone Vari.

Anche il Genova Calcio Linea Messina ha messo sul tavolo un ricco “settebello”, travolgendo per 7-3 il Nazario Et Celso, che ha limitato un po’ il passivo con Paolo Triggiani, Alessio Bellantonio e Marco Ferrari.
Troppo poco per arrestare gli scatenati sestresi (ora terzi insieme al Boca Devils Genova), trascinati da un portentoso Armando Iazzetta, che ha estratto dal cilindro una magica cinquina. A dare un volto definitivo al risultato sono stati Adriano Squillace e Salvatore Federico.

Inatteso tonfo dell’Amatori Genova, che è stato sconfitto pe 2-3 nella tana dell’Olimpic Zena, il mitico Branega.
I praesi hanno offerto un prova eccellente, per forza, concentrazione, grinta e dinamicità, concretizzando la loro spinta offensiva con Omar Chentoufi, Iacopo Carmassi e Gian Paolo Gambino. I biancorossi, sorpresi da tanta veemenza, sono stati alla fine sopraffatti, pur lottando con impegno e centrando il bersaglio in un paio di circostanze con Stefano Castronovo e Marco Gullaci.

Spettacolare ed emozionante pareggio per 3-3 nell’intenso duello tra New Old Boys e Polisportiva Sant’Eusebio, che se le sono date di santa ragione, sportivamente parlando, per 70’. I “masnadieri” di Daniele Dussoni hanno bucato la retroguardia con Alessandro Carlino, Leonardo Migliaccio e il puntuale Michele Longo, mentre i “santi” hanno trovato lo spiraglio giusto con un letale Luca Caselli (doppietta d’autore) e Gabriele Wiann.

Nulla di fatto (0-0), viceversa, nello scontro che opponeva La Resistente al CSKA Pizza. Anche qui il confronto è stato tiratissimo, anche se meno scintillante.

La classifica cannonieri è stata smossa dagli exploit di Walter Genna e Armando Iazzetta: il “fromboliere” dell’AZ Home For Life è giunto a quota 14, quello del Genova Calcio Linea Messina a 10. Filippo Coppi (Campomorone Sant’Olcese) è rimasto fermo a 9, tallonato a 7 da Pasquale Cirillo (Boca Devils Genova) e a 6 da Marco Mugavero (Polisportiva Sant’Eusebio).

In questo fine settimana non si giocherà, per la festa dell’Immacolata. Si ricomincerà il 14 e 15 dicembre (Francesco Ferrando)