Femminile, serie A1 nel segno di Campomorone Sant'Olcese e Boglia United


Le prime della classe nella serie A1 del Campionato Femminile Uisp a sette giocatrici soffrono, “sbuffano”, lottano, ma alla fine escono vittoriose da due autentiche battaglie sportive e in testa le distanze restano invariate al termine del 5° turno: Campomorone Sant’Olcese punti 10, Boglia United 8.
Le bogliaschine devono sudare sino all’ultimo per piegare (3-2) l’accanita e valida resistenza del Vallescrivia, abile nelle ripartenze e capace di sfondare con Elisa Cereseto e Roberta Pira.
Le rivali fanno ricorso a tutta la loro classe per aver la meglio e ringraziano la solita vena realizzativa di Monica Fasce (che sigla una ragguardevole doppietta) e Alessia Calcagno.

Le santolcesine superano con identico risultato un indomito CFFSD Cogoleto, dopo un incontro altrettanto combattuto ed incerto.
Le padrone di casa capitalizzano le botte precise di Silvia Malavasi e Micol Profumo, che “timbra” un micidiale e decisivo uno-due. Le cogoletesi rispondono colpo su colpo, ma un’autorete e uno spunto di Laura Persi non bastano per evitare il K.O.

Un Ma Che Gotti tornato competitivo ha la meglio per 4-2 sul Jalapeno.
La sfida è attraente e, a tratti, pure spettacolare, con le arenzanesi che passano con un tris da urlo di Ilenia Gasperini, più una fiondata di Ilaria Fiorese.
Le amaranto bucano la difesa a loro volta con Alessandra Santana e Francesca Boggero, ma non riescono a reggere l’urto sino alla fine.

Tutto troppo facile per il Moto GP (terzo con 7 punti), che supera (18-0) un’Olimpic 1971 in grande difficoltà: Chiara Zampacorta cala un poker, Elisa Guainazzo, Giada Guainazzo e Valentina Villivà “brindano” tre volte, due Marta Pirino, una Francesca Gandolfi, Francesca Canale e Giulia Boschini.

Rinviata al 17 dicembre Rivarolese 1919-ABM Real Levante
, con le “avvoltoie” che sono ora quarte, ma possono scavalcare il Moto GP aggiudicandosi il recupero.

Nella classifica cannonieri, guida Silvia Malavasi (Campomorone Sant’Olcese) con 11 centri, due in più di Alessia Calcagno (Boglia United) e Ilenia Gasperini (Ma Che Gotti).
A 8 viaggiano Serena Coppolino (Rivarolese 1919) e Chiara Zampacorta (Moto GP).
A 7 Valentina Villivà (compagna d’avventure della Zampacorta), tallonata a 6 da Ilaria Fiorese (Ma Che Gotti).

Serie A2 – Nell’atteso scontro al vertice un Patanegra determinato e con tanta qualità tecnica  a disposizione batte con un secco 4-1 il Rayo Vallecano e aumenta il suo vantaggio (più 3).
Giorgia Calagno illumina la scena con una fulminante doppietta; completano l’opera gli acuti di Roberta Di Blasi e Jennifer Rodriguez Alvarez. Per le blu-arancio limita un po’ i danni uno spunto di Maria Rocco.

La compagine che porta il nome di una società spagnola del quartiere madrileno di Valleca viene agganciata al secondo posto dalla Polisportiva CAP&S (che ha anche disputato un incontro in meno).
Le lanciatissime “portuali” s’impongono per 7-4 in un match da fuochi d’artificio contro un’orgogliosa Ansaldo Energia Pontedecimo.
Silvia Castagnino e Micol Favoni (che concedono il bis) sono le più brillanti in campo, ma sono efficaci in fase conclusiva (e non solo in questo frangente) anche Serena Ricchetti, Giulia Sigona e Laura Micali.
Le indomite ansaldine escono con l’onore delle armi, andando a segno con Lorena De Chirico (bella doppietta), Francesca Bontà e Marta Micoli.

L’US Valponte 1986 non concede scampo in un altro duello ricco di gol (8-3) al Valgraveglia Gruppo Alloro, che individuano lo spiraglio giusto solo a sprazzi con Alessia Credentino, Stefania Radici e Sabine Cesarano.
Le valpontine trovano la loro trascinatrice in una superba Roberta Maranini (e non è una novità), che estrae dal suo vasto repertorio una fantastica quaterna; a chiudere i conti ci pensano Marta Dell’Antico (che insacca due volte), Letizia Minetto e Michela Bottari.

Arenzano e Panta Meshuggah si dividono la posta (4-4) in una partita incertissima e senza pause.
Le arezanesi si fanno valere con una notevole doppietta di Silvia Damonte e le invenzioni di Sara Valle e Giulia Guastavino. Sul fronte opposto, sono ugualmente efficaci sotto porta Francesca Casanova (che ”timbra” in un paio di occasioni), Francesca Surace e Alessia Moraglia

Il Deportivo Nervi schianta con un inequivocabile 5-1 lo Zena FC.
Le nerviesi concretizzano la loro evidente supremazia con Sara Perotto, Benedetta De Micheli (doppietta d’autore) e Chiara Giordani; lo score viene chiuso da uno sfortunato autogol.
Le “zeneisi” salvano l’onore con una fiondata di Ilaria Fornai.

Ha riposato l’Atletico Levante.

Nella graduatoria dedicate alle punte, Giorgia Calcagno, del Patanegra, precede la concorrenza con 9 marcature. Ma Roberta Maranini (US Valponte 1986) è vicina (8).
A 7 troviamo poi Sara Valle (Arenzano) e Francesca Bontà (Ansaldo Energia Pontedecimo). Roberta Di Blasi (altro bomber della capolista) è a quota 6 (Francesco Ferrando)