Over 40, il punto dopo la quinta giornata di campionato


A comandare il Campionato Uisp Over 40 a sette giocatori, con 8 punti, è al momento un triumvirato composto da Dream Team (che ha disputato però una gara in meno), Olimpic Para e KF Service srl.
Ma questa condivisione del potere tra i veterani potrebbe non durare a lungo.

Nel 5° turno, il Dream Team, unico ad aver sempre vinto, ha rinviato al 18 dicembre l’incontro con il Rovers FC.

L’Olimpic Para ha annientato con un terrificante 9-2 la Longobarda, che ha addolcito l’amaro sapore della pesante sconfitta con i guizzi di Matteo Antonellini e Christian Iacopino.
I praesi hanno imperversato dall’inizio alla fine, castigando la difesa con una quaterna secca dell’incontenibile Massimo Fassio, l’uno-due di Giuseppe Alongi e gli spunti di Loris Spagnuolo, Gian Paolo Gambino e Luca Ruatti.

Il KF Service srl ha superato con qualche problema in più (5-2) un coraggioso Forever Young.
I santolcesini hanno capitalizzato le loro ariose manovre con una magnifica doppietta di Federico Fognani e le conclusioni al bacio di Andrea Garofani, Davide Brunelli e Andrea Romani.
Sul fronte opposto, sono andati a segno Andrea Massa e Lorenzo Friggio.  

Gli Amici di Tury Cep hanno fatto gli spavaldi (9-0) contro una Dinamo dalle batterie scariche.
La compagine del quartiere sulle alture di Pra’ ha dominato in lungo e in largo. Ad impressionare maggiormente è stato Marco Martino, che ha siglato una ragguardevole tripletta, anche Mauro Rissitano (che ha concesso il bis) è stato micidiale.
L’ampio score è stato completato da Francesco Longo, Christian Di Marco, più un’autorete.  

In un confronto tirato ed incerto, l’Agua Etilic Korps Cabrones (che ha centrato il bersaglio con Marco Berti, Omar Lafi e un autogol) ha ceduto di misura (3-4) ad un volitivo ed efficace Old Blacks, che ha incamerato l’intera posta in virtù delle bordate degli scatenati David Frascatani e Gianluca Sessarego (una doppietta a testa).

Altrettanto combattuto il confronto che ha visto il San Martino prevalere per 3-2 sul Triple A.
I sammartinesi hanno sfruttato il brillante uno-due di Marco Menegatti e una frecciata di Marco Scotti. La doppia marcatura del bravissimo Luca Pozzi non ha salvato i pur validi amaranto.

Il Pedemover Market Castagna ha “dato la paga” (9-1) al Gaeta 1983, che ha potuto evitare il “cappotto” con un’invenzione di Michele Freda.
La compagine di Serra Riccò ha fatto faville, insaccando a ripetizione con le doppiette di Andrea Biggi, Gianluca Ruffino e Ivano Gnecco; Marco Dondero e Fabio Bertolotti hanno contribuito con un singolo acuto.

Pareggio ricco di pathos (3-3) tra l’Ex Atletico e Vecchia Rivarolese 2016.
Giusta, nel complesso, la divisione della posta.
Gli “avvoltoi” hanno sfondato le linee con l’uno-due dell’ottimo Davide Ghironi e un’ “artigliata” di Andrea Limoncelli.
Gli “atletici” hanno replicato a tono con Miguel Angel Cerna e Domenico Ottobrini (determinante anche un’autorete a loro favore).

Nella graduatoria riservata alle punte, Aldo Rodrigo Revilla Alvarado (Dream Team), pur senza scendere in campo, ha conservato la leaderhip, con 15 centri, uno in più di Riccardo De Camilli (Vecchia Rivarolese 2016). Giuseppe Alongi (Olimpic Para) si è portato a quota 12.
Seguono a 10 Marco Rissitano (Dinamo) e Andrea Romani (KF Service srl). Luca Piazza (Triple A) è a 9 (Francesco Ferrando)