Amatori a 6, prosegue un campionato emozionante


Venti gol in una sola partita.
E’ un evento raro, una “mosca bianca” anche per la categoria a sei giocatori.
Il fatto straordinario si è verificato nel Campionato Uisp Amatori a 6 giocatori nella sfida tra Olimpic Pra’ Borussia Porcmund e Ediltecno Design AB Edilizia, terminata con un rocambolesco pareggio per 10-10.
E’ stata una gara spettacolare, dalle mille emozioni, senza un attimo di tregua, in una continua, prolungata scarica di adrenalina che ha prosciugato le energie delle due contendenti.
Uno spot per il campionato Uisp, che offre spesso confronti così palpitanti.
Alla fine, la divisione della posta è parsa equa, dopo un alternarsi infinito stati d’animo.

E’ terminata in parità anche la sfida personale tra i bomber delle due squadre, entrambi incontenibili: il praese Gjergji Kusha e il voltrese Antonio Rizza, che hanno siglato una quaterna ciascuno.
Per i gialloverdi, sono andati inoltre a segno Simone Tagliafico, Michele Cadile (una doppietta a testa) e Maurizio Nonnoi; per non farsi mancare nulla c’è stata pure un’autorete.
Nelle file degli edili, hanno colpito Andrea Damonte (che ha calato un rimarchevole tris), Francesco Bordo (doppietta) e Carmelo Cammaroto.

Il 5° turno ha offerto un altro pareggio palpitante, il 6-6 tra Macachi e Teplice.
Per la formazione che porta il nome di una città della Repubblica Ceca, hanno colpito Giovanni Grillo (formidabile il suo poker d’assi). Edoardo Biffi e Luca Parodi.
Sul fronte opposto, hanno sfondato Andrea Ranni, Guido Macchi (che hanno concesso il bis), Fabio Macrì e Ivan Palomba.

Nel match più atteso di giornata, il Resto Del Mondo ha battutto piuttosto (7-3) chiaramente il Mambo FC, che ha così perso la prima partita e la leadership.
I gialloverdi, apparsi nella circostanza meglio organizzati e più produttivi sotto porta, hanno sfondato con i magnifici uno-due di Giuseppe Patrone e Marco Vassallo, più le fiondate di Andrea Atzeni e Daniele Giugno.
I rivali, che hanno pagato qualche sbandamento difensivo di troppo, hanno cercato di reagire con gli acuti di Antonio La Face, del solito Alessandro Pische (uno che il cartellino lo timbra sempre) e Antonino Cammaroto.
Troppo poco per evitare il KO.

Questo risultato ha proiettato in vetta il Cibona CB, che vanta una lunghezza di vantaggio sui più immediati ineguitori grazie al successo per 5-2, meritato ma non certo agevole, contro un combattivo All Scars SC.
La neo capolista (ancora imbattuta come il Resto Del Mondo) ha esibito uno straordinario Umberto Galliano, che ha calato un sontuoso tris; di Marco Peghini e Matteo Murgia le altre marcature. Gli avversari hanno cercato di resistere e hanno limitato almeno il passivo con una frecciata di Simone Villaricca e un autogol.

Tutto facile invece, per il Figgeu ’98, che ha travolto per 9-2 una fragile Edilcleri.
Gli “edili” hanno trovato il varco giusto soltanto in un paio di occasioni con Christian Cleri e Igor De Andreis. I peglini hanno pressato insistentemente, infilzando ripetutamente il portiere con le scintillanti triplette di Fabio Calafato e Giuseppe Bosco e gli acuti singoli di Claude Chiappori e Federico Rotondo.

Non sono mancati i brividi nel faticoso successo per 6-4 del Cuae Poca contro il Real Ponente, che ha saputo far male in avanti con Daniele Campoliti, Alessio Greco (che ha concesso il bis) e Maurizio Baggetta, ma hanno sofferto decisamente dietro, subendo la vena realizzativa di Cristian Vavalà, Andrea Parodi (una doppietta ciascuno), Francesco Vavalà e Nicolo Bozzolo.

Ha riposato il Real Pluto Pizzeria Al Portico.

Nella classifica cannonieri, Fabrizio Menniti (Edilcleri) è sempre primo con 13 centri, tre in più di Alessandro Pische (Mambo FC).
Luca Rosso (Real Pluto Pizzeria Al Portico) è a quota 9. A 8 Giovanni Grillo (Teplice), Antonio Rizza (Ediltecno Design AB Edilizia) e il “trio maravilha” dell’Olimpic Pra’ Borussia Porcmund, composto da Gjergji Kusha, Simone Tagliafico e Federico Fognani (Francesco Ferrando)