Gli amatori scendono in campo dopo la sosta


GIRONE A Matia Tonetti e Fabrizio Casazza: sono sempre loro, i bomber patentati del Serramenti Struppa, a fare la differenza, a spostare gli equilibri, a risolvere le contese. Anche nell’8° turno del Girone A degli Amatori a sette, hanno impresso il loro inconfondibile marchio, siglando una doppietta ciascuno nel successo per 5-2 contro un ostico Capichera Calcio (che insegue la qualificazione ai play off).
L’altra marcatura porta la firma di Francesco Di Franco, un altro elemento che in fase conclusiva ha l’istinto letale del cobra. Sul fronte opposto, hanno colpito Marco Battista e Luigi Cuneo, ma le loro prodezze e una buona prova del collettivo non sono bastate per arrestare la corsa della capolista. 

L’Ediltecno Design AB Edilizia ha consolidato il secondo posto, superando per 8-5 un Roccacannuccia tutt’altro che arrendevole, capace di sfondare con un superlativo tris di Franceso Saia e le stoccate di Simone D’Ambrosio ed Enrico Cornero. Ma la miglior cifra tecnica dei voltresi ha finito col prevalere, grazie ad un formidabile poker dell’incontenibile Simone Stornello e alle conclusioni precise di Stefano Balestra, Antonio Rizza, Andrea De Luca e Francesco Mantero.

La Polisportiva S. Eusebio si è portata in quarta posizione, imponendosi a fatica (6-4) sull’O. Grifone, che nella circostanza ha mostrato di valere più della sua deficitaria classifica (è ultimo con zero punti). I “santi” hanno sfruttato la straordinaria vena realizzativa dello scatenato Fabio Vignola (che ha calato ua splendida quaterna); a chiudere i conti ci hanno pensato Luca Caselli e Matteo Curatolo. I battaglieri “grifoncelli” hanno replicato in parte con Alaaeddine Asserane (tripletta d’autore, sei centri stagionali per lui) e Matteo Laposani.
 
Importante affermazione anche per il S. Ciro Eremita, che ha piegato per 4-2 il Percivale’s Team. I biancoverdi hanno colto l’attimo in un paio di occasioni con l’uno-due del bravo Marco De Caro, ma sono stati infilzati inesorabilmente da una doppietta di Alessandro Massa e dagli spunti di Piermario Caldarulo e Davide Boero.

GIRONE B – Ottava sinfonia per l’inarrestabile US Valponte 1986, che ha iniziato il nuovo anno come aveva terminato il vecchio: ossia con una roboante affermazione (15-3) ai danni dell’All Scars SC. A recitare il ruolo di assoluti protagonisti sono stati con le loro segnature multiple Michele Porcile (che ha messo sul tavolo un meraviglioso “settebello”) e Stefano Ferrante (altrettanto micidiale in area).

La Cantera e Pro Sesto Genova hanno ribadito di meritare la seconda piazza, ottenendo due convincenti vittorie. I “canterani” hanno regolato per 6-3 un temibile P. & P. Carburanti, trascinati dalle portentose doppiette di Pierluca Noli e Matteo Pedemonte; hanno concluso l’opera i “graffi” di Davide Arvigo e Davide Perfumo. Per i combattivi e poco fortunati busallesi hanno trovato lo spiraglio giusto Andrea Scevola (due volte) e Roberto Pesciallo.
I “sestesi” hanno battuto senza alcuna difficoltà il Calcio Tegliese per 8-3, concretizzando la loro prevista superiorità con le belle doppiette di Francesco De Spirito, Alessandro Anastasi e Antonio Dimora, più un autogol e una stilettata di Procolo Davide Conte. I savonesi hanno gioito soltanto per gli estemporanei guizzi di un opportunista come Andreas Giusto, che si è tolto la soddisfazione personale di “timbrare” una tripletta.

Pari e patta (6-6) nel match più emozionante di giornata, quello tra La Resistente e Zener, fieri avversari anche nel Lavoratore A2. Il team di Alessandro Fossati ha punito con Famoussa Bagayoko, Cristiano Sirtori (doppietta) e Alberto Corradi (tris da favola), ma gli “ingegneri” non sono stati da meno, bucando la difesa con Rosario Germino, Paolo Fardin, un doppio Marco Speziari, Alessio Cerbello ed Eros Repetto.
Nella classifica dedicata alle punte, Andrea Scevola (P. & P. Carburanti) comanda con 20 reti, tallonato a 18 da Michele Porcile (US Valponte 1986).
(Francesco Ferrando)