Amatori a 6 verso i play-off


Nell’UISP non basta essere bravi. Talvolta, bisogna anche essere… buoni. Negli Amatori a sei, è stata infatti la Coppa Disciplina (che tiene conto dei cartellini gialli e rossi) a decidere il nome della quinta squadra qualificata ai play off. Olimpic Pra’ Borussia Porcmund e Real Pluto Pizzeria Al Portico hanno chiuso la stagione regolare con gli stessi punti (15) e avevano pareggiato lo scontro diretto (7-7). A qualificarsi sono stati i praesi perché avevano un miglior punteggio nella Coppa Disciplina: 3 punti di penalità contro 9.
Nel 13° e conclusivo turno, entrambe le formazioni hanno vinto (come da pronostico), scavalcando in extremis il Cibona C.B., che riposava (restando così fermo a quota 14). L’Olimpic Pra’ Borussia Porcmund ha sconfitto per 10-6 il Teplice, sfruttando la straordinaria vena realizzativa degli scatenati Gjergji Kusha (quaterna da urlo) e Rocco Costarelli (gran tripletta); di Michele Cadile (doppietta) e Matteo Tedone le altre marcature. I celesti, che non hanno regalato nulla, hanno replicato in parte con gli apprezzabili uno-due di Andrea Ronchi e Gabriele Vallone, più gli spunti di Riccardo Bombara e Antonino Mongiovì.
Il Real Pluto Pizzeria Al Portico si è imposto per 11-5 sull’Edilcleri, altra compagine che non aveva interessi di classifica. Gli “edili” hanno sfondato con Davide Paquola, Massimiliano Ciotola (che hanno concesso il bis) e Aniello Ascione. I “portuali”, più determinati e meglio attrezzati dal punto di vista tecnico, hanno concretizzato la loro superiorità con un favoloso poker di Maurizio  Renna, un paio di tiri al fulmicotone di Luca Rosso e le stoccate di William Fossa, Christian Frau, Andrea Asfaldo e Francesco Buiese.
Le altre formazioni ad accedere alla fase decisiva sono Ediltecno Design AB Edilizia (primo), Cuae Poca (secondo, ancora in virtù della Coppa Disciplina), Resto Del Mondo (terzo, dopo aver guidato a lungo la graduatoria) e Figgeu ’98 (quarto).
Nell’appassionante sfida tra Cuae Poca e Resto Del Mondo, le contendenti, che avevano i medesimi punti, hanno pareggiato con uno spettacolare 10-10, in un match dalle mille emoziioni e con il risultato sempre in bilico. Gli amaranto, rivelazione del torneo, hanno “graffiato” con Mattia Lolliri, Cristian Vavalà (una doppietta ciascuno), Basilio Vavalà, un meraviglioso tris di Roberto Simonetti e i guizzi di Francesco Vavalà e Nicolo Bozzolo. Insomma, come è accaduto in quasi tutte gli incontri, la “Vavalà Family” ha offerto un contributo decisivo. I fieri rivali non sono stati certo a guardare e hanno colpito a loro volta con una formidabile cinquina dell’incontenibile Davide Carboni, un terno secco di Massimo Molinari e i fendenti di Bruno Piccardo e Andrea Atzeni.
Il Figgeu ’98, che dopo la sosta natalizia ha cominciato a carburare alla grande, ha piegato un indomito Mambo FC per 9-7. Nelle file pegline, hanno brillato in modo particolare Radouan Idrissi El Asfar (quaterna da campione) e Alberto Mostes (devastante tripletta); ma si sono distinti sotto porta pure Fabio Calafato e Alessandro Piacentino. Sul fronte opposto, il solito, intramontabile Alessandro Pische e un eccellente Fabrizio Parodi hanno messo sul tavolo un bellissimo tris, a cui si è aggiunto un acuto di Alessandro Sannino.  
L’Ediltecno Design AB Edilizia ha confermato la sua leadership superando l’All Scars S.C., ma ha faticato più del lecito, prevalendo per 7-5. Ci sono voluti una prova superlativa del bomber Simone Stornello (a segno in quattro occasioni) e il fiuto del gol di Attilio Biribò, Stefano Balestra e Francesco Bordo per piegare l’accanita resistenza degli avversari, che hanno colto l’attimo con una tripletta dell’orgoglioso Davide Cosso e le frecciate di Simone Villaricca e Giorgio Fonzi.  
Infine, nel duello su fondo, il Real Ponente ha conquistato il primo successo stagionale, battendo per 9-7 il Macachi. Ai “primati” non sono bastate le conclusioni al bacio di Ivan Palomba, Mario Tedone (una doppietta ciascuno), Andrea Ranni, Andrea Cancedda e Guido Guerra. I “realisti” hanno fatto valere la giornata di grazia dell’immarcabile Davide Martello, che ha insaccato una splendida cinquina; hanno completato l’opera Luis Miguel Bovero Caserza, Pasquale Fasciano e Danilo Caviglia (che ha bucato la difesa in due circostanze).
Nella classifica cannonieri, Simone Stornello (Ediltecno Design AB Edilizia) ha chiuso in vetta la regular season con ben 30 segnature, quattro in più del compagno di club Davide Stuto. Sul terzo gradino del podio, è salito, con 24 centri, l’ariete del Cuae Poca Cristian Vavalà. Si sono attestati a quota 22 Federico Fognani (Olimpic Pra’ Borussia Porcmund) e Matteo Murgia (Cibona C.B.). A 21 troviamo poi Simone Villaricca (All Scars S.C.) e Ivan Palomba (Macachi), tallonati a 20 da Alessandro Pische, del Mambo FC.
Il campionato di ferma per una breve sosta, prendendo un po’ di fiato in vista del gran finale. Ricomincerà la settimana successiva. Il turno inaugurale dei play off (che si svolgeranno interamente nell’impianto “Pra’ Olimpic”) prevede Ediltecno Design AB Edilizia-Resto Del Mondo (12 marzo, ore 22) e Figgeu ’98-Cuae Poca (13 marzo, ore 22). Riposerà l’Olimpic Pra’ Borussia Porcmund.
La prima giornata dei play out, al quale partecipano otto società, ha in programma Real Pluto Pizzeria Al Portico-Macachi (12 marzo, ore 20), All Scars S.C.-Real Ponente (12 marzo, ore 21). Mambo FC-Edilcleri (13 marzo, ore 21) e Cibona C.B.-Teplice (14 marzo, ore 21). Ricordiamo che la vincente dei play out, così come chi si aggiudicherà la Coppa Disciplina, godrà di uno sconto di 200 euro sull’iscrizione all’edizione 2019-2020 della manifestazione.
(Francesco Ferrando)