Over 40: ancora due posti per i play-off


I Veterani dell’Over 40 a sette sono un esempio della validità di un noto slogan pubblicitario, che recita: “Gli anni non si contano, si fanno “contare”. Per loro il calcio è un modo per sentirsi (ancora e sempre) giovani e vitali, attrasverso la pratica di un’attività che li appassiona e li diverte.
E’ proprio grazie a questa “filosofia” che il torneo dei “vecchietti” (ma sarebbe meglio definirli “Highlanders”) ha offerto nella stagione regolare tante partite interessanti, avvincenti e ricche di giocate sopraffine.
A due giornate dalla fine della prima fase, si conoscono già i nomi di sei qualificate ai play off: Dream Team, KF Service srl, Olimpic Para, Pedemover Market Castagna, Amici di Tury Cep e Vecchia Rivarolese 2016. I restanti due posti se li contenderanno Forever Young (14 punti), Old Blacks (12) e San Martino (12). Qualche timida, residua chance anche per L’Ex Atletico (11).
Nel 13° turno, il Dream Team ha proseguito nel suo impressionante percorso netto. La “squadra dei sogni”, composta quasi interamente da sudamercani dotati di estro e fantasia, sa solo vincere. Ma gli ultimi due punti sono arrivati senza faticare: vittoria a tavolino (4-0) per la rinuncia della Dinamo.
Il KF Service srl (secondo a quattro lunghezze dalla capolista, ma con una gara in meno) si è imposto a fatica (5-3) su un combattivo Triple A, che ha saputo far male con Emanuele Doria e Luca Piazza (che ha concesso il bis). I santolcesini hanno sfruttato la miglior tecnica complessiva, conecretizzado le loro intense azioni con un formidabile tris di Alessandro Ferrando e gli acuti singoli di Andrea Garofani e Davide Brunelli.
L’Olimpic Para ha surclassato con un eloquente 7-1 il Rovvers FC, che ha evitato il “cappotto” con un guizzo estemporaneo del bravo Alessandro Dovenna. I praesi hanno imperversato dal primo all’ultimo minuto, centrando il bersaglio con le micidiali doppiette di Alessandro Cavanna, Massimo Fassio e Giuseppe Alongi, più una stilettata di Gian Paolo Gambino.
La Vecchia Rivarolese 2016 ha avuto la meglio su un indomito San Martino con un “tennistico” 6-4. Gli “avvoltoi” hanno “chiuso il set” con una strepitosa quaterna del bomber Riccardo De Camilli e un paio di fendenti di Massimiliano Gullone. I validi sammartinesi hanno replicato in parte con Nicola Bilanzone, Marco Turra, Luca Doragrossa e Stefano Bonini.
Facile goleada degli Amici di Tury Cep, che hanno annientato con un severo 6-0 la Longobarda, non concedendo nulla agli avversari grazie ad una retroguardia d’acciaio e sfruttando in avanti la vena realizzativa di Matteo Rissitano, Mauro Rissitano, Vincenzo Pesco, Gianluca Pisano, Antonio Bencivenga e Christian Di Marco. Il fatto che ci siano stati sei marcatori diversi testimonia la splendida prova collettiva della squadra.
Il Pedemover Market Castagna ha rinviato al 18 marzo la sfida con l’Agua Etilic Korps Cabrones (Via Maritano “B”, ore 21).
Cruciale affermazione per il Forever Young, che ha piegato per 6-3 (è stata una settimana in cui si è giocato molto a… tennis) un coraggioso e neanche troppo fortunato Gaeta 1983. I “gaetani” hanno “graffiato” con Antonio Macheda (che ha concesso il bis) e Arturo Abad Alcarraz. Ma i rivali sono stati più cinici sotto porta, insaccando con il l’uno-due dell’ispirato Andrea Massa e le fucilate di Matteo Gragnani, Andrea Avolio, Alessandro Chioccarelli e Andrea Sgambelluri.
Nello scontro diretto in ottica play off, L’Ex Atletico e Old Blacks hanno impattato per 3-3, al termine di un match emozionante ed incerto. Gli “atletici” hanno trovato lo spiraglio giusto con un stoccata di Felipe Luis Luna Vargas e la magnifica doppietta di Domenico Ottobrini. I “vecchi neri” sono stati altrettanto efficaci, sfondando le linee con David Frascatani e un paio di tiri precisi di Sandro Avvenente, spesso letale sotto porta.
Nella classifica cannonieri, Riccardo De Camilli (Vecchia Rivarolese 2016), con un bottino di 37 reti, ha scavalcato in vetta Aldo Rodrgo Alvarado Revilla (Dream Team), che non ha poturo difendere il primato, visto che la sua formazione non è scesa in campo a causa del forfait degli avversari. La virtuale “medaglia di bronzo” premia al momento Giuseppe Alongi (Olimpic Para), che è a quota 26. Segue a 22 Alessandro Dovenna, “arciere” del Rovers FC. Luca Piazza (Triple A) è a 21, tallonato a 20 da Andrea Biggi (Pedemover Market Castagna), David Frascatani (Old Blacks) e Jose Christopher Marriot Barzola (Dream Team).
(Francesco Ferrando)