Amatori a 7: è iniziata la seconda fase


Grande incertezza e grande lotta nel primo turno dei Play Off degli Amatori a sette, che confermano di essere una competizione interessante ed avvincente, specialmente in questa fase decisiva, quando ogni confronto vale doppio e le forze in campo sono più equilibrate.

Nel Girone 1, il Serramenti Struppa è partito col piede giusto, superando per 2-1 un indomito P. & P. Carburanti, al termine di un confronto tiratissimo. I busallesi hanno dato del filo da torcere ai più quotati avversari, sfondando con Andrea Scevola.

Ma i biancoblù sono infine riusciti a prevalere, sia pure a stento, sfruttando il sontuoso uno-due dello scatenato Fabrizio Casazza (nato il 16 settembre 1970), goleador implacabile nei tornei amatoriali dopo essere stato un portiere di valore con le maglie, tra le altre, di Sampdoria (successo nella Coppa delle Coppe 1989-90) , Pro Sesto, Verona, Torino, Venezia, Lazio (Coppa Italia 2003-2004). Nel 2015-2016, è stato allenatore dei portieri del Savona e poi, dal 17 marzo 2016, anche vice di Maurizio Braghin, tecnico della prima squadra.

Più netta, nel punteggio, l’affermazione de La Cantera (3-1) contro il Capichera Calcio. Ma pure questo incontro è stato incerto e vibrante. I “canterani” hanno accelerato con le conclusioni precise di Gianluca Ruffino (bravo a concedere il bis) e Giole Rosa. I validi rivali hanno replicato parzialmente con Luigi Cuneo, il loro principale finalizzatore.

Nel Girone 2, fondamentale vittoria di un’Ediltecno Design AB Edilizia, apparsa in gran forma, che ha piegato per 1-0 l’US Valponte 1986, dominatore del gruppo B nella stagione regolare (in cui ha subito un solo K.O.). In un match dominato dalla prudenza e dalla solidità delle rispettive retroguardie, è stato decisivo un guizzo di Andrea De Luca. I “valpontini” hanno dovuto chinare il capo e masticare amaro, visto che sapevano quanto valesse la sfida per conquistare la finalissima.

La Pro Sesto Genova Iveco ha invece spazzato via con una prestazione imperiosa (4-1) la Polisportiva S. Eusebio, che ha evitato il “cappotto” con una stoccata di Matteo Curatolo. I “sestesi” hanno imperversato, evidenziando le loro indubbie qualità; a monetizzare le tante manovre offensive ci hanno pensato, con le loro irresistibili bordate, Alessandro Anastasi, Diego Palumbo e Niko De Angelis (magnifica doppietta).

PLAY OUT – GIRONE 1 – L’All Scars S.C. (a segno con un paio di tiri di Giovanni Pilatu e un’invenzione di Federico Bellu) si è arreso per un soffio (3-4) ad un volitivo Calcio Tegliese.


Un ispirato S. Ciro Eremita ha steso con un chiaro 6-3 il Roccacannuccia, abile in avanti con le stilettate di Francesco Magliulo, Andrea Tantillo e Andrea De Vita, ma troppo vulnerabile dietro, tanto da essere ripetutamente infilzato dalla strepitosa tripletta di Davide Boero e dagli acuti di Alessandro Renna, Gilles Fedeli e Alessandro Massa.

Nel Girone 2, il Percivale’s Team ha avuto la meglio per 4-2 su un coriaceo e nemmeno troppo fortunato Zener, che ha colto l’attimo con Stefano Strizoli e Fabio Bertolotti. I biancoverdi hanno letto con maggiore acume i momenti chiave del duello, insaccando con  Manuel Bova (che a centrato il bersaglio due volte), Andrea Ricci e Luigi Maiorino.

Un assatanato Alaaeddine Asserane (capace di calare un poker da urlo) ha trascinato l’O. Grifone ad un roboante 6-3 ai danni di un pur coriacea La Resistente. I “grifoncelli” hanno completato l’opera grazie all’apprezzabile uno-due di Matteo Laposani, mentre gli uomini di Alessandro Fossati hanno limitato un po’ il passivo con Cristiano Sirtori, Luca Crovetto e Igor Balducci.

(Francesco Ferrando)