Calcio a 8: è finita la regular season


Arrivo in volata, per definire le posizioni, negli Amatori a otto. Il 18° e ultimo turno della stagione regolare ha modificato la griglia di partenza dei play off, a cui accedono le prime cinque classificate dei due raggruppamenti.

Nel Girone A, l’RC Tech ha compiuto l’impresa della settimana, superando di misura (2-1), ma con merito, il Resto Del Mondo, che è così sceso al secondo posto. La compagine di Mele, finita quarta, ha realizzato un piccolo, grande capolavoro, mettendo la museruola agli attacchi dell’ex capolista e trovando quindi il varco giusto con Manuel Ronchetto e Fabrizio Parodi. Agli avversari non è bastato un guizzo di Francesco Di Franco.

Il GS Gaiazza ha conquistato in extremis il primato, impattando per 2-2 con il KF Service Genova Galaxy, buon terzo, al termine di un incontro a  entusiasmante e ricco di giocate per palati fini. Il team di Ceranesi ha sfondato con Mattia Moi e Stefano Piano, mentre i validi “galattici” hanno raccolto un equo punticino grazie agli spunti di Marian Dorinel Toma e Alessandro Pelle.  

L’Ivaldi & Genreale FC ha staccato il biglietto per la fase decisiva, sconfiggendo per 5-3 una tutt’altro che arrendevole CSI Ansaldo Fincantieri Sestri, capace di far male con Simone Rosaspini, Davide Pala e Francesco Prestanizzi. I busallesi hanno messo la freccia con le stoccate di Brian Marchi (che ha realizzato una strepitosa tripletta), Manuel Sciancalepore e Andrea Borreani.

I Lucani, che hanno chiuso a due lunghezze dall’Ivaldi & Genreale FC, hanno perso inopinatamente (3-5) con L’ASLA Genova Artco. Nonostante fossero già certi di dover disputare i play out, i ragazzi di Alessandro Scarcella si sono impegnati con encomiabile spirito sportivo, concretizzando le loro azioni con i formidabili uno-due di Antonio Baldassarre e Vasilica Nicolau, più un guizzo di Marco Conti. Sul fronte opposto, sono andati a segno Salvatore Continanza, Marius Lungu e Michale Celano, ma le loro prodezze non sono servite per evitare il doloroso K.O.  

Il River Pegli, che ha centrato il bersaglio con una notevole doppietta di Enrico Lagala, ha alzato bandiera bianca (2-5) di fronte ad una più decisa Dinamo, che ha capitalizzato le conclusioni velenose di Kevin Tassi, Alessio Idili (che ha concesso il bis), Matteo Lombardo e Matteo Bottani.


GIRONE B – Il Dream Team, che era già sicuro del primato, ha festeggiato questo primo traguardo stagionale piegando, sia pure a fatica, un combattivo Figgeu ’98 per 6-4. I peglini, che hanno comunque conservato la fondamentale quinta piazza, hanno colto l’attimo con un meraviglioso tris di Alessandro Vescina e una affondo di Radouan Idrissi El Asfar. Ma la sqadra dei sogni ha dato spettacolo in avanti, scatenando tutta l’inventiva e la precisione di Kelvin Rodolfo Canales Zambrano (terno da urlo), Gustavo Henrique Gonçalves De Almeida (doppietta d’autore) e Leyter Roberto Cortez Vergara.

Il Genova Calcio Anni 50 ha prevalso per 2-0 sull’ARCI Isoverde 1991, raggiungendo così il terzo posto e relegando al quarto gli isoverdini. Il team di Spinelli & Co ha bloccato sul nascere ogni tentativo della banda di Marco Pericoli e ha risolto la questione, dopo una partita interessante, con i fendenti di Nicola Luca Traggiai e Carlo Rovatti, che hanno firmato, coi loro nomi illustri, il definitivo 2-0.

Il Circolo Uguaglianza (quarto) ha respinto l'assalto del Real Ponente, che doveva vincere per qualificarsi ai play off. I coraggiosi “realisti” ci hanno provato, riuscendo anche a pungere con David Frascatani, ma sono stati annientati dalla superiore tecnica dei corniglianesi, che hanno alla fine “esondato” (5-1), in virtù di una prova quasi perfetta, esaltata dalla tripletta dell’inafferrabile Matteo Rosati e dalla splendida doppietta di un eccellente Alessandro Guidone.

Il Movimento Rangersport Prima ha “dato la paga” al Partizan Degrado (5-2), malinconico “fanalino di coda del torneo. I “partigiani, che hanno dato segni di vita con i tiri al fulmicotone di Simone Cappai e Andi Avdullai, sono comunque usciti dal campo a testa alta, anche se non hanno messo un freno ad un inarrestabile Isacco De Benedictis, capace di siglare una portentosa quaterna; ha chiuso lo score un’invenzione di Simone Ferrari.

Infine, il Teplice è stato messo al tappeto dalla Gymnotecnica (0-2), che ha sfruttato al meglio le bordate micidiali di Fabio De Gennaro e Simone Romeo.



Il campionato si ferma, per attimo di respiro, dal 25 al 29 marzo. Poi comincerà la fase calda. Nel Girone 1 dei play off, giocheranno GS Gaiazza, Genova Calcio Anni 50, KF Service Genova Galaxy, Circolo Uguaglianza e Ivaldi & Generale FC. Nel Girone 2, saranno in lizza Dream Team, Resto Del Mondo, RC Tech, ARCI Isoverde 1991 e Figgeu ’98.

Questi i play out, Girone 1: I Lucani, Teplice, Dinamo, River Pegli e Movimento Rangersport Prima. Girone 2: CSI Ansaldo Fincantieri Sestri, Real Ponente, Partizan Degrado, ASLA Genova Artco e Gymnotecnica.  
(Francesco Ferrando)