Over 40: è iniziata la fase decisiva


E’ iniziata la fase decisiva anche negli Over 40 a sette, con la disputa del turno inaugurale dei play off. Nel Girone 1, come prevedibile, il Dream Team è scattato a razzo dai blocchi di partenza. I dominatori della stagione, che hanno vinto tutte le partite, hanno vinto con uno sfavillante 13-3 contro Pedemover Market Castagna, assolutamente impotente di fronte allo strapotere di Kelvin Rodolfo Alvarado Revilla e soci.

Decisamente più combattuto l’altro confronto, in cui gli Amici di Tury Cep hanno prevalso d’un soffio (4-2) sul San Martino.
 Gli azzurri hanno lottato con le unghie e con i denti, prima di arrendersi, guadagnandosi in ogni caso l’onore delle armi.

Nel Girone 2, è partito bene il KF Service srl, forse l’unico rivale credibile (e temibile) del Dream Team. I santolcesini hanno fatto pure loro la voce grossa, spazzando via, con uno squillante 12-3, il Forever Young, che può comunque essere già soddisfatto di aver raggiunto i play off.

E’ terminata con un palpitante pareggio per 7-7 l’appassionante sfida tra Olimpic Pare e Vecchia Rivarolese 2\06, dopo un incontro caratterizzato da continui capovolgimenti di fronte e da un alternarsi adrenalinico di emozioni. Davvero un bello spettacolo, tra due formazioni sbarazzine e vogliose di divertirsi.

PLAY OUT – Nel Girone 1, il Gaeta 1983 ha superato con un “tennistico” e meritato 6-2 l’Agua Etilic Korps Cabrones, che non è riuscito, malgrado l’impegno, a trovare le giuste contromisure di fronte alla pressione costante dei “gaetani”.

Il Rovers FC, a segno soltanto in una circostanza, ha pagato questa sterilità sotto porta, perdendo per 1-3 contro un ispirato Triple A, che ha sicuramente mostrato una migliore predisposizione al gol (almeno in questa partita).

Nel Girone 2, grande battaglia sportiva nell’affermazione di misura (7-6) della Dinamo contro una tenace e neanche troppo fortunata Longobarda. Gli “elettrici” l’hanno spuntata per un pelo, ma i loro rivali non hanno molto da rimproverarsi.

Più netto ed autorevole (5-2) il successo dell’Ex Atletico, che ha spedito al tappeto l’Old Blacks. Per i “vecchi neri” una battuta d’arresto che li pone subito in difficoltà;  ma Sandro Avvenente e compagni si dicono certi di potersi riprendere già nella prossima giornata.

Nella graduatoria generale per il “pichichi”, Riccardo De Camilli (Vecchia Rivarolese 2016) e Giuseppe Alongi (Olimpic Para) proseguono nella loro sfida al cardiopalmo, con 43 segnature a testa. Terzo l’ecuadoriano Kelvin Rodolfo Alvarado Revilla, del Dream Team, che è balzato a quota 42 e, quindi, può legittimamente ambire al titolo di bomber dei “veterani”. Andrea Romani (KF Service srl) e Luca Piazza (Triple A) viaggiano appaiati a 26, precedendo di due lunghezze Andrea Biggi, “ariete” del Pedemover Market Castagna. A 22 troviamo poi Alessandro Dovenna (Rovers FC) e a 20 Mauro Rissitano (Amici di tury Cep).

Francesco Ferrando