Amatori a 7: Valponte avanti tutta


Palpiti, fantasia, spettacolo. Questo gli ingredienti della sfida al vertice del Girone 2 dei Play Off degli Amatori a sette tra Ediltecno Design AB Edilizia e US Valponte 1986, valido per il 4° turno. All’andata, in un incontro tiratissimo, si erano imposti per 1-0 i voltresi. La scorsa settimana, i valpontini, grazie ad una prestazione superlativa, si sono presi la rivincita con gli interessi, prevalendo per 5-3.

Si è assistito ad un’altalena di emozioni, con gli edili che hanno presentato un diamante prezioso come Simone Stonello, che ha realizzato una favolosa tripletta. Ma i valpontini hanno messo sul piatto il loro gioco corale e una feroce determinazione, trovando lo spiraglio giusto con cinque marcatori diversi: Marco Tancredi, Francesco Pittaluga, Michele Porcile, Davide Ferrando e Davide Sorrenti (bomber dell’ARCI Isoverde 1991 nel Lavoratore A1).
Le due squadre sono appaiate ora in vetta con 6 punti, con i gialloblù primi per l’esito favorevole degli scontri diretti. Entrambe sono comunque favorite per l’accesso alle semifinali, anche se dovranno guardarsi dalla temibile Pro Sesto Genova, che ha superato per 7-4 la Polisportiva S. Eusebio, concretizzando le sue trame arrembanti con un portentoso tris dell’imprendibile Alessandro Anastasi e gli acuti singoli di Davide Procolo Conte, Marco Morabito, Giovanni Palma e Niko De Angelis. I bavaresi hanno replicato in parte con gli uno-due dei caparbi Daniele Vendrame e Marco Mugavero.

Nel Girone 1, i giochi sembrano fatti, con Serramenti Struppa (8 punti) e La Cantera (6) nettamente avanti.
Il Serramenti Struppa ha già staccato il biglietto per le semifinali, restando a punteggio pieno dopo aver steso, non senza fatica (4-3), anche un  P. & P. Carburanti tenace e più baldanzoso del previsto. I busallesi hanno graffiato con Matteo Carossino e l’apprezzabile Marco Pesciallo (che ha centrato due volte il bersaglio). Sul fronte opposto, è emersa tutta la classe e l’esperienza di un gruppo abituato a lottare per grandi traguardi; alla fine di un appassionante braccio di ferro, sono risultati decisive le magnifiche doppiette di Fabrizio Casazza e Matia Tonetti, una coppia affiatata e letale, che hanno sempre l’occhio nel mirino e il dito sul grilletto.

La Cantera ha avuto la meglio (5-3) in un duello cruciale su un pur valido Capichera Calcio, capace di bucare la difesa con Emanuele Lari, Simone Garibotti e Marco Battista. I “canterani” sono stati più cinici in area, capitalizzando nel modo migliore le stoccate degli opportunisti Gioele Rosa e Davide Perfumo (che hanno concesso il bis), più un’invenzione di Gianluca Ruffino.

PLAY OUT – Nel Girone 2, il Percivale’s Team ha preso il largo e ipotecato la finalissima (nel torneo di consolazione non sono previste semifinali). I baincoverdi hanno ottenuto il quarto successo consecutivo, spazzando via con un inequivocabile 5-0 lo Zener. Il “pokerissimo” è stato firmato da Manuel Bova (formidabile tripletta) e Andrea Ricci (che ha colpito in un paio di occasioni).

L’O. Grifone, secondo a tre lunghezze, ha piegato per 7-6 La Resistente. La banda di Alessandro Fossati si è impegnata a fondo, malgrado non avesse molto più da chiedere alla stagione, sfondando le linee con Famoussa Bagayoko, Gabriele Cordone, Cristiano Sirtori, Matteo Molinari, lo stesso Fossati e Gabriele Pranzo. I “grifoncelli” hanno sfruttato la consueta abilità sotto porta dello scatenato Alaaeddine Asserane (che ha estratto dal cilindro del suo immenso repertorio una cinquina da urlo); hanno completato l’opera gli spunti di Andrea Lenzi e Matteo Laposani.

Nel Girone 1, il San Ciro Eremita ha conservato il primato, dividendo la posta (4-4) contro un’insidiosa Roccacannuccia, al termine di un confronto al cardiopalmo. Il team di Oregina ha colto l’attimo con un brillante tris dell’indiavolato Andrea De Vita e una stilettata di Mirko Salemi. I “santi” sono stati altrettanto efficaci, in virtù delle conclusioni velenose di Davide Boero, Andrea Romanelli e Alessandro Massa (che ha fatto il bis).

Il Calcio Tegliese (che ha una gara in meno come il Roccacannuccia) ha mantenuto accesa la fiammella della speranza, aggiudicandosi d’un soffio (8-7) un pirotecnico scontro contro l’indomito All Scars S.C. Tra i savonesi, ha fatto la parte del leone, con una sestina mostruosa, l’incontenibile Andreas Giusto; le altre segnature sono state opera di Alessio Cadeo. I rivali hanno lottato sino all’ultimo respiro, ma le prodezze di Giovanni Pilato (quaterna da applausi), Sandro Lo Verde (doppietta d’autore) e Federico Bellu non sono state sufficienti per strappare almeno un pareggio.     

Nella classifica cannonieri generale, Simone Stornello (Ediltecno Design AB Edilizia) ha avvicinato il leader Michele Porcile (US Valponte 1986). I due grandi “punteri” sono separti ora da un solo gol: 36 contro 35. Sul terzo gradino del podio, siedono, a quota 31, Fabrizio Casazza (Serramenti Struppa) e Andrea Scevola (P. & P. Carburanti). Alaaeddine Asserane (O. Grifone) è balzato a 30 e precede di un’incollatura Andrea De Luca (Ediltecno Design AB Edilizia, 29). Manuel Bova (Percivale’s Team) e Luigi Cuneo (Capichera Calcio) sono attestati a 27. Poi, a 23, troviamo Francesco Di Franco, compagno d’avventure di Stornello e De Luca.

Francesco Ferrando