Ediltecno invincibile nel campionato a 6


L’Ediltecno Design AB Edilizia è come un’ armata invincibile, capace di mettere a ferro e fuoco il territorio nemico. Una forza d’invasione devastante. Nel 5° turno dei Play Off degli Amatori a sei, i voltresi hanno costretto alla resa (8-5) anche un combattivo Cuae Poca, che è stato abbattuto dai “traccianti” di un incontenibile Davide Stuto, abile e micidiale nel “timbrare” una formidabile cinquina.

Hanno completato l’opera Stefano Balestra e l’intramontabile Attilio Biribò, nato il 19 luglio 1971 (con esperienze nel Doria Immobiliare nei tornei AICS), che ha messo sul piatto un tris da favola. Gli avversari si sono resi pericolosi con qualche azione in stile  “commando”, che ha portato all’uno due di Mattia Lolliri e agli acuti di Cristian Vavalà, Basilio Vavalà e Federico Ferrando. Ma la differenza di equipaggiamento e di organizzazione tra i due “eserciti” era troppo netta per rendere equilibrata la battaglia.

Il Figgeu ’98 ha ottenuto a tavolino (4-0) il primo successo di questa fase finale, approfittando del forfait dell’Olimpic Pra’ Borussia Porcmund, impossibilitato a schierare un numero sufficiente di giocatori per problemi di lavoro o famigliari.

Ha riposato il Resto Del Mondo, ora secondo a due lunghezze dalla capolista, che attende lo scontro diretto nel ritorno per cercare di arrestare la corsa verso il titolo di Simone Stornello e soci (all’andata è finita 6-5 per gli edili).

PLAY OUT – Il Mambo FC è rimasto a punteggio pieno, saltando a fatica l’ostacolo, tutt’altro che agevole, rappresentato dal Macachi (7-6). In un incontro tiratissimo ed incerto, i “primati” hanno lasciato il segno con una squillante tripletta di Andrea Canestrelli, più gli spunti di Andrea Ranni (che ha concesso il bis) e Ivan Palomba. Sul fronte opposto, sono risultati decisivi i terni secchi degli scatenati Fabrizio Parodi e Alessandro Pische e una “zampata” di Luigi Nicoletti.

Pari e patta e pochi gol (1-1) tra Real Pluto Pizzeria Al Portico e Cibona C.B., con le attente e arcigne difese che hanno prevalso sugli attacchi. Gara tattica, intensa e ben giocata. I “portuali” hanno colto l’attimo con Christian Frau, mentre per i “croati” ha centrato il bersaglio Simone Pasqualetto.

Anche Real Ponente e Teplice hanno diviso la posta, ma la partita è stato molto più spettacolare, come evidenzia l’8-8 conclusivo. Uno show pirotecnico, in cui i “realisti” hanno sfondato le linee con una magica tripletta di Davide Martello, un doppio Danilo Caviglia e i guizzi di Stefano Cesarini, Carlo Ragosa e Gabriele De Meo. Gli azzurri hanno sfruttato uno strepitoso Giovanni Grillo, che ha calato una formidabile sestina; alle sue prodezze in serie si sono aggiunte le stoccate di Jacopo Profumo e Antonio Mongiovì.

Infine, goleada da sogno per l’All Scars S.C., che ha annientato per 17-4 l’Edilcleri, costretta a limitare solo un po’ i danni con  Aniello Ascione e l’orgoglioso Filippo Ilardo (che ha bucato la retroguardia tre volte). Gli assatanati avversari hanno dilagato, mettendo in vetrina un Davide Cosso mostruoso: ha siglato addirittura otto reti. Si sono fatti valere sotto porta pure Matteo Rissitano (tripletta d’autore) e l’immancabile Simone Villaricca.

Nella graduatoria generale dedicata ai cannonieri, l’immenso Fabrizio Parodi (Mambo FC), a quota 36, precede appena di una lunghezza Davide Stuto, eccelso bomber dell’Ediltecno Design AB Edilizia, con 24 anni di onorata carriera calcistica alle spalle, prima di approdare nei campionati amatoriali. Il suo compagno di squadra Simone Stornello è terzo con 32 segnature. Segue a 31 il bravo e letale Davide Cosso, dell’All Scars S.C., tallonato a 30 da un Alessandro Pische (Mambo FC) sempre puntuale in area di rigore. Cristian Vavalà (Cuae Poca) è attestato a 29, Ivan Palomba (Macachi) a 26. A 25 troviamo quindi Luca Rosso (Real Pluto Pizzeria Al Portico), Giovanni Grilllo (Teplice), Simone Villaricca (All Scars S.C.) e Matteo Murgia (Cibona C.B.).

Francesco Ferrando