Over 40: il Dream Team non sbanda mai


Il Dream Team è una macchina perfettamente rodata, che sfreccia come un missile su ogni pista, non sbanda mai e lascia tutti indietro con le sue potenti accelerazioni. Impossibile competere con una veicolo così ben progettato e realizzato.
Nel 3° turno dei Play Off degli Over 40, nel match clou del Girone 1, ha fatto “mangiare la polvere” (6-1) anche ai temibili Amici di Tury Cep, che, alla prova dei fatti, sono riusciti soltanto ad evitare il “cappotto” con una botta estemporanea di Franco Bellisario. I sudamericani hanno fornito l’ennesima dimostrazione di strapotere assoluto, mitragliando a ripetizione con una sontuosa tripletta dell’imprendibile Aldo Rodrigo Alvarado Revilla e gli affondi di Marco Gagliardi, Cesar Annibal Mendez Zambrano, Miguel Angel Vargas Ramirez e Franco Bellisario.
Il Pedemover Market Castagna, a segno in una sola circostanza con Luca Sciutti, è stato pesantemente sconfitto per 1-5 da un ispirato San Martino, che ha concretizzato le sue trame sapientemente articolate con gli uno-due mortiferi di Stefano Bonini e Attilio Biribò, più una stilettata di Andrea Fanutza.
Nel Girone 2, comanda a punteggio pieno il KF Service srl, che ha avuto la meglio di misura (5-4) sulla quotata e agguerrita Olimpic Para. I praesi hanno sfondato con Massoimo Fassio, il solito Giuseppe Alongi (che ha fattoo il bis) e Francesco Centomani. I santolcesini hanno faticato parecchio per imporsi, ma alla fine hanno sciorinato tutta la loro classe, trovando lo spiraglio giusto con Claudio Baroni, Andrea Romani, Fabio Gardella, Luca Martinelli e Davide Brunelli.
La Vecchia Rivarolese 2016 ha raggiunto al secondo posto l’Olimpic Para, ma a tre punti dalla vetta, superando per 5-2 un poco prolifico Forever Young, che ha “bussato” un paio di volte con Francesco Chioccarelli e Davide Sgambelluri. Gli “avvoltoi” hanno sempre controllato con autorevolezza la gara, insaccando con una magnifica tripletta dell’indiavolato Mauro Chino e gli acuti singoli di Federico Sommer e Davide Ghironi.
PLAY OUT – Nel Girone 1, estremo equilibrio, con ben tre formazioni a 3 punti. L’assembramento in vetta è stato provocato dal successo per 7-5 del Rovers FC contro il Gaeta 1983. I gaetani”, che non hanno certo demeritato, hanno “graffiato” con le “zampate” di Michele Freda, Michele Berlinghieri, Gazmend Bizgjoni, Jose Alberto Cortes Cuero e Manuel Jovanny Chuquicusma Conforme. I “reds” hanno messo la freccia grazie ad un fantasmagorico tris di Alessio Villa, la splendida doppietta del bravo Sergio Manfredi e i bolidi di Mattia Gargiulo e Michele De Luca.
Oltre a queste due formazioni, guida il gruppo il Triple A, che ha piegato con un sofferto e combattuto 2-1 un ardimentoso e pugnace Agua Etilic Korps Cabrones, ancora fermo al palo. I “caproni etilici” hanno bucato la munita e solida retroguardia avversaria con Cesare Iacobucci. Sul fronte opposto, sono risultate decisive, in un confronto così incerto, le invenzioni di Andrea Falasca e Juliano Santos Olivera.
Nel Girone 2, invece, L’EX Atletico ha ormai fatto il vuoto, prenotando la finale del torneo di consolazione. La capolista non ha concesso scampo (6-3) neppure ad una valida Longobarda, capace di pungere con le stoccate di Daniele Ramos (doppietta d’autore) e Giovanni Ciccozzi. Gli scatenati rivali sono stati però più mortiferi  sotto porta, sfruttando al meglio un formidabile terno dell’eccellente Francesco D’Antonio e i siluri di Domenico Ottobrini e Alessadro Maradei, più un’autorete.
Prima affermazione dell’Old Blacks, che si è sbloccato contro la Dinamo, prevalendo con un altro punteggio di sapore “tennistico” (6-2). Ai volonterosi “elettrici” non sono bastate le conclusioni precise di Khalid Hssinou e Alexander Mukaj, visto che i “vecchi neri” hanno “chiuso il set” con tre sfavillanti perle di Luigi Augusto Repetto e i tiri al fulmicotone di Alessandro Mela, Sandro Avvenente e Mauro Capone.
Nella classifica cannonieri generale, l’implacabile Giuseppe Alongi (Olimpic Para) è ancora primo, dall’alto delle sue 49 segnature, ma Aldo Rodrigo Alvarado Revilla (Dream Team) non è lontanissimo (45). Riccardo De Camilli, della Vecchia Rivarolese 2016, è rimasto fermo a 43, mentre Andrea Romani (KF Service srl) ha compiuto un passetto avanti, raggiungendo quota 34. Luca Piazza (Triple A) è a 26, seguito a 24 da Andrea Biggi (Pedemover Market Castagna). Il “longobardo” Daniele Ramos è a 23, insieme a Davide Brunelli (KF Service srl). Alessandro Dovenna (Rovers FC) è a 22, tallonato a 20 da Massimo Fassio (Olimpic Para), Mauro Rissitano (Amici di Tury Cep) e David Frascatani (Old Black).
Francesco Ferrando