Over 40: la finalissima


E’ l’epilogo che tutti attendevano. Quello più bello, più giusto, che metterà di fronte le due squadre che hanno dominato la stagione e hanno praticato senza dubbio il miglior calcio, divertendo gli appassionati. Dream Team e KF Service srl si sfideranno nella finalissima degli Over 40 il 23 maggio, nell’impianto Negrotto B, alle ore 22. Nel suo piccolo, sarà un evento da ricordare, perché capita raramente, in questa categoria, di poter assistere ad uno scontro di così alto livello tecnico e spettacolare.
Nella regular season, la “squadra dei sogni” ha prevalso sui santolcesini anche nettamente (15-4), ma era il 20 novembre 2018, si disputava solo la terza partita della lunga competizione e da allora molto è cambiato nelle file di Andrea Romani e soci; adesso la storia sarà diversa, sia per l’importanza della posta in pali, sia per un complessivo riequilibrio delle forze in campo.   
Il 6° turno deila fase a gruppi dei play off ha avuto solo un mero valore statistico, visto che tutto era già stato deciso in anticipo. Nel Girone 1, comunque, gli Amici di Tury Cep si sono tolti la soddisfazione di infliggere il primo K.O. stagionale al Dream Team, imponendosi di misura per 5-4, al termine di un match palpitante.
La squadra dei sogni, ormai appagata dal traguardo raggiunto, non si è espressa al massimo delle sue potenzialità e non si è certo dannata l’anima, ma ha pur sempre mostrato il grande talento della suo organico, “graffiando” con Aldo Rodrigo Alvarado Revilla, Marco Galgliardi, Miguel Angel Vargas Ramirez e Luca Giavarra. I rivali, molto decisi e ispirati, hanno colto l’attimo con intelligenza e abilità, colpendo con l’uno-due dell’ottimo Stefano Pasquino e le “zampate” di Matteo Rissitano, Michele D’Amore e Franco Bellisario.
Il Pedemover Market Castagna ha colto il primo successo a spese di un deconcentrato San Martino (8-6). La compagine di Serra Riccò ha concluso un’annata sicuramente positiva, superando con merito i sammartinesi, in virtù delle splendide doppiette di Ivano Gnecco, Gianluca Ruffino, Andrea Biggi e Andrea Spada. Sul fronte opposto, hanno replicato in parte l’assatanato Luca Marmo (che ha “timbrato” una sontuosa cinquina) e Nicola Bilanzone.
Classifica: Dream Team p. 10; Amici di Turi Cep 8; San Martino 3; Pedemover Market Castagna 2.  
Nel Girone 2, il KF Service srl ha invece voluto chiudere a punteggio pieno e ha battuto d’un soffio una valorosa Olimpic Para (5-4). Il tris da “supereroe” dell’immarcabile Giuseppe Alongi e una botta di Francesco Centomani non sono bastati ai praesi per ottenere un risultato positivo, perché la formazine di via Isocorte ha messo la freccia con lo scatenato Federico Fognani (che ha concesso il bis), Fabio Gardella, Davide Brunelli e Fabio Cusmiani.
Pareggio per 5-5 tra Forever Young, che ha così ottenuto il suo pirmo punticino, e Vecchia Rivarolese 2016. Gli “avvoltoi” hanno “beccato” con gli eccellenti Luca Chino (tre volte) e Davide Ghironi (due), ma il combattivo avversario ha ribattuto a tono, centrando il bersaglio con l’uno-due di gran classe di Alessandro Chioccarelli e gli spunti micidiali di Andrea Massa, Andrea Sgambelluri e Matteo Gragnani.
Classifica: KF Service srl p. 12; Olimpic Para 7; Vecchia Rivarolese 2016 3; Forever Young 1.
PLAY OUT – Prima del match clou dei veterani, si assegnerà anche il primo posto nel toreno di consolazione, in cui si affronteranno L’Ex Atletico e l’ASD Gaeta 1983 (23 maggio, Negrotto B, ore 21). Chi avrà la meglio, potrà godere di uno sconto di 200 euro sull’iscrizione al campionato 2019-2020.
I “gaetani” si sono guadagnato la finale in extremis, scavalcando nell’ultima giornata del Girone 1 il Rovers FC, grazie all’affermazione per 5-3 nello scontro diretto. In un incontro incerto e tiratissimo, sono risultate decisive le magie di Manuel Jovanny Chuquicusma Conforme e Negret Mjeshtri, che hanno realizzato rispettivamete una tripletta e una doppietta. I biancorossi hanno bucato la retroguardia con un doppio Alessandro Dovenna e un acuto di Sergio Manfredi, ma hanno pagato a caro prezzo qualche sbandamento nel momento topico della gara.
Il Triple A non ha avuto scampo (2-6) contro l’Agua Etilic Korps Cabrones, che ha “sbrigato il set” con quattro passanti di Omar Lafi (assolutamente immarcabile nella circostanza) e un paio di tocchi al bacio di Gian Filippo Sabbia.
Classifica: ASD Gaeta 1983 p. 9; Rovers FC 8; Triple A 5; Agua Etilic Kors Cabrones 2.
Nel Girone 2, l’Ex Atletico è salito sull’”ottovolante”, stritolando con un inequivocabile 8-0 la Longobarda. Si sono dati alla pazza gioia un po’ tutti e, in particolare, Domenico Ottobrini e Francesco D’Antonio (una doppietta d’autore ciascuno); hanno posto il loro sigillo pure Carlo Marsano, Simone Deirino, Alessandro Maradei ed Eamanuele Terrile.
Vittoria a tavolino (4-0) per l’Old Blacks contro la Dinamo, che ha dato forfait.
Classifica: L’Ex Atletico p. 10, Old Blacks 6; Longobarda 4; Dinamo – 1.
(Francesco Ferrando)