Dal 22 Ottobre il calcio Uisp si tinge di rosa


Il movimento femminile e un po' il fiore all'occhiello dell'Uisp genovese. Che si vanta, legittimamente, di organizzare, a livello amatoriale, i campionati "rosa" più  partecipati d'Italia. E non è solo questione di quantità, ma anche di qualità: scendono infatti in campo alcune delle migliori giocatrici liguri. 

Dal 2004-2005, anno della prima edizione (vinta dal GS Gaiazza), la manifestazione "a sette" è via via cresciuta, ottenendo sempre più ampi consensi. A partire dal 2012-2013, le iscritte sono state suddivise in due campionati distinti, la serie A1 e la A2, con meccanismi di promozioni e retrocessioni. 

Ora sta per scattare la sedicesima stagione, che sino alla prossima primavera terrà desta l'attenzione degli appassionati.  E così la A1 potrà contare su nove formazioni, solo una in meno rispetto al 2018-2019, dopo la fusione tra Boglia United e Ma Che Gotti. 

La lotta per il titolo sembra ristretta, almeno sulla carta, a due club: il Real Ovomaltina, che trionfò nella scorsa stagione col nome di Rivarolese 1919, e il Campomorone S. Olcese, che arrivò secondo, staccato di un solo punto. Si partirà subito forte, con il confronto diretto tra le due favorite: il 23 ottobre, nell'impianto di Via Maritano "A, alle ore 21.

Le rivali più temibili e accreditate saranno il Moto GP e il Boglia Ma Che Gotti. Le "gippine" esordiranno col neopromosso Patanegra, dominatore della "cadetteria" nella scorsa "temporada" (24 ottobre, Oregina, ore 21).  Le bogliaschine affronteranno in casa l'insidioso Vallescrivia (22 ottobre, Via Terpi, ore 22). 

L'altro sodalizio salito dalla A2, la Polisportiva CAP&S, che cercherà  di evitare le due ultime posizioni, che significano retrocessione, se la vedrà con l'Ediltecno Design Woman (23 ottobre, Corderia, ore 21,30). Riposerà il CFFSD Città di Cogoleto.

In A2, sono undici le partecipanti. Quest'anno le promozioni saranno tre, anziché due. La battaglia promette quindi di essere ancor più aperta ed avvincente del solito, con molte compagini in grado di puntare in alto: Rayo Vallecano (presenza fissa dell'Uisp genovese, con una lunga militanza nella massima categoria), Atletico Stark (appena scesa in A2), US Valponte 1986, Deportivo Nervi (che nella scorsa annata sfiorarono l'impresa), Gruppo Alloro (sempre molto agguerrito) e Atletico Levante (outsider di lusso).

Questo il calendario del turno inaugurale: US Valponte 1986-Zena (22 ottobre, Via Maritano "A", ore 21), Panta The Shire-Maxsiro (23 ottobre, Corderia, ore 20 30), Rayo Vallecano-Deportivo Nervi, match clou della prima giornata (23 ottobre, Oregina, ore 21), San Lorenzo Della Costa-Atletico Stark (24 ottobre, Pieve Ligure, ore 21,30), CUS Genova Willy Sport-Gruppo Alloro (24 ottobre, Viale Gambaro, ore 21). Riposerà l'Atletico Levante. 

Ricordiamo, infine, che dopo i tradizionali tornei "all'italiana", si svolgerà, la seconda edizione della "Pinkcup", ad eliminazione diretta, a cui parteciperanno sia le squadre di A1 che quelle di A2 

Francesco Ferrando