Lavoratore Serie A2: gli Sweet Devils volano


Sweet Devils, via col vento. La formazione di mister Petragallo ha schiantato in trasferta l'Atletico Quarto con un severo e squillante 5-1, dimostrando di essere in forma strepitosa. I quartesi, di solito tutt'altro che sprovveduti, non hanno potuto resistere alla pressione asfissiante dei rivali, riuscendo soltanto ad evitare il "cappotto" con un guizzo di Mattia Lucagrossi, il migliore dei suoi, come spesso capita. Per il resto, i claret-blue hanno imperversato, trovando lo spiraglio giusto con Maurizio Letizia, Michele Mongiello, Fabrizio Carlini e Alessandro Suzzi (più un'autorete). Per i "dolci diavoli" la stagione è nata sotto i migliori auspici; non erano mai partiti così bene da quando, nel 2011-2012, disputano tornei amatoriali. Nell'AICS sino al 2017-2018 (miglior piazzamento un quarto posto), poi nella "cadetteria uispina". 

Nel quinto turno del Girone B del Lavoratore A2, non c'è stata nessuna vittoria casalinga. Anche l'Olimpic Pra' Palmaro 1971 ha ceduto di fronte al pubblico amico, perdendo per 2-4 contro il Saint Trappa. Gli ospiti hanno disputato la miglior gara di questo avvio di stagione; i gialloneri, neo retrocessi dalla A2, hanno mostrato una superiorità tecnica, che è stata concretizzata dalle sontuose doppiette di Claudio D'Agostino (l'uomo più incisivo) e Lorenzo Pateri. Gli uomini di Massimiliano Cambi, volonterosi ma scarsamente lucidi, hanno replicato parzialmente con Alessandro Valeri e Massimo Angileri. Con questa affermazione, il Saint Trapoa ha agganciato in terza posizione, a quota 9, proprio gli "olimpici", ad un punto dalla Vecchia Rivarolese (che ha riposato) e a tre dallo Sweet Devils. 

Il match più adrenalinico e scoppiettante è stato quello vinto di misura dallo Zener contro il Ca' de Rissi San Gottardo (4-3). A Cornigliano si è assistito ad un continuo susseguirsi di emozioni, dall'inizio alla fine. Il team di Molassana ha giostrato bene in attacco, sfondando con Alessio Romano ed Enrico Schincaglia (che ha concesso il bis). Ma ha sofferto tremendamente dietro, infilzato ripetutamente da Luca Bordiglione, Simone Gallone, Stefano Strizoli e Luca Danesin. Al triplice fischio hanno così gioito gli "ingegneri", che hanno ottenuto il secondo successo del campionato. 

Primo trionfo, invece, per un rigenerato Olimpic Zena, che ha violato per 2-0 il "Gambino" di Arenzano. A fare le spese della voglia di riscatto dei praesi è stato il Nazario Et Celso, colpito e affondato dai siluri dell'inafferrabile Enrico Tamburelli, che ha piazzato un terrificante uno-due. 

Il Pescatori Boccadasse, che, da neofita della competizione, si sta destreggiando più che bene, ha piegato per 3-2 il Phoenix 1995, che resta così ultimo com appena un punticino. La squadra della Fenice ha lottato con ardore, bucando anche la retroguardia in un paio di circostanze con l'eccellente Luca Robba. Ma i biancocelesti sono stati ancor più micidiali con le stoccate di Francesco Poggio, Fabrizio Pastore e Luca Giacobbe.

L'unica compagine a conquistare un risultato positivo in casa (almeno in parte) è stato il Pallavicino, che ha impattato 1-1 con l'Ospedale San Martino. Gli ospedalieri non riescono proprio a decollare. La loro manovra non è intensa e fluida e il loro attacco, tradizionalmente mordace, non è sufficientemente produttivo. Il golletto di 
Luca Mocini non è stato così sufficiente per incamerare l'intera posta, visto che gli avversari, volitivi e ben organizzati, hanno trovato lo spiraglio giusto con Davide Martino. 

Nella graduatoria riservata alle punte, comanda Maurizio Letizia (Sweet Devils) con 5 "timbri", incalzato ad una sola lunghezza da Filippo Massone, "arciere" del Pallavicino. Con 3 centri troviamo Massimo Angileri (Olimpic Pra' Palmaro 1971), Enrico Tamburelli (Olimpic Zena), Enrico Creto (Vecchia Rivarolese), Claudio D'Agostino e Mattia Marigliani (entrambi del Saint Trappa), Enrico Schincaglia (Ca' de Rissi San Gottardo), Marco Ferrari e Federico Tovagliari (prolifica coppia del Nazario Et Celso) e Corrado Zannon (Pescatori Boccadasse). 

GIRONE A - AZ Home For Life e New Old Boys proseguono a braccetto davanti a tutti. Gli "immobiliaristi" hanno avuto la meglio a fatica (3-2) su una combattiva Ottica Gualducci, capace di impegnare a fondo i più quotati rivali e di aprire un paio di brecce con gli "arieti" Alberto Califano e Juliano Santos Oliveira. I gialloneri hanno comunque finito con l'imporre la legge del più forte, sfruttando la vena realizzativa di Daniele Casu e Walter Genna (doppietta d'autore). 

Compito più agevole per i "vecchi ragazzi", che si sono sbarazzati con un secco 4-0 del CSKA Pizza. Gara a senso unico, in cui l'equipe di Alessio Battini è stata in costante soggezione. Michele Longo ha fatto faville, siglando una strepitosa tripletta; ha completato l'opera una bordata di Alessandro Carlino. 

L' ASD 2S ha confermato di sprizzare salute da tutti i pori e dopo aver battuto il Deportivo 2007 ha mandato al tappeto (5-3) pure il Trentatré10. I "settembrini" hanno messo in luce un attacco atomico, in cui hanno brillato particolarmente, con una doppietta ciascuno, Jorge Eduardo Ramirez Castro e Francesco Patti; la "manita" porta anche la firma di Mirco Zella. La "masnada" di Mirco Macri' non ha comunque regalato nulla e ha lasciato una buona impressione, andando a segno con Emiliano Ciaramidaro, Danilo Tornatore e l'appena citato Macri', l'indiscusso "guru" del club. 

Tutto secondo copione nella annunciatissima goleada (6-1) del Deportivo 2007 ai danni del sempre più derelitto Amatori Genova, che continua a subire pesanti batoste (ben 30 gol incassati in cinque incontri). L'estemporanea invenzione dell'orgoglioso Ricardo Gary Arauz Mendoza è servita solo a salvare la faccia. Tra i deportivisti, beneficiata del frizzante Mattia Salvi, che ha posto sul piatto un ricco poker; hanno chiuso lo score dal sapore tennistico Milo Chiari e Marco Montecucco.

Il Wings Aerospace pare aver metabolizzato la retrocessione e comincia ad ingranare. Contro il Genova Calcio Linea Messina, gli "astronauti" hanno prevalso nettamente per 3-0, legittimando la loro supremazia con le "spingardate" di Ernesto Dragoni, Matteo Rissitano e Paolo Liccardo. 

Real Quezzi-Foce SAAR Depositi Portuali è  stata sospesa al termine del primo tempo, col punteggio fermo sullo 0-0. 

Ha riposato il Boca James Panificio Campo di Grano.

Nella classifica marcatori, Walter Genna (AZ Home For Life) svetta dall'alto delle sue 11 "tacche". Segue a 6 Alessandro Carlino, del Trentatré10. Sono avanzati intanto a 5 gli ispiratissimi Michele Longo (New Old Boys) e Mattia Salvi (Deportivo 2007). Poi a 4 staziona Davide Gianetto (AZ Home For Life), tallonato a 3 dai compagni d'avventure Valerio Galanzini ed Emanuele Izoard e da Francesco Patti (ASD 2S).

Nel fine settimana, il torneo si ferma per "Ognissanti". Ricomincerà l'8 e 9 novembre. 

Francesco Ferrando