Femminile: un equilibrio perfetto


Scontro tra Titani nel 7° turno della A1 Femminile tra Real Ovomaltina e Boglia Ma Che Gotti. La sfida non ha tradito le attese: è stata vibrante, concitata, appassionante ed incerta. Ne è scaturito uno scoppiettante pareggio per 4-4 e il verdetto è parso complessivamente equo.

Equilibrio anche nel confronto tra due grandi giocatrici (ed implacabili finalizzatrici) come Serena Coppolino e Alessia Calcagno: le "bomberine" hanno realizzato entrambe una favolosa tripletta. Per le campionesse in carica, ha centrato il bersaglio anche Lucia Belloni, mentre le bogliaschine hanno sfondato con Barbara Cadeddu. 

In una graduatoria cortissima, emerge al momento il Campomorone S. Olcese, che ha però disputato una o due gare in più rispetto alla concorrenza. Le santolcesine di mister Rimembrana hanno superato con un netto 4-1 l'Ediltecno Design Woman, mostrando la consueta organizzazione tattica e una lettura attenta della partita. Ha aperto le danze Silvia Malavasi, che ha offerto poi anche un prezioso assist a Sonia Carmarino. L'attaccante nata il 18 luglio 1991 e' stata la reginetta del ballo", con tre "giri di valzer" da far girare la testa e spellare le mani per gli applausi. Le "edili" hanno scongiurato il "cappotto" con una saetta di Sara Carino. 

Il risultato più sorprendente l'ha ottenuto il Vallescrivia, che ha inflitto il primo K.O. stagionale (2-1) alla Polisportiva CAP&S. Le "portuali", che si sono lamentate del gioco duro delle avversarie ("Questo è rugby, non calcio" - hanno detto a fine match), sono parse comunque meno concentrate del solito e scarsamente produttive in avanti, bucando la difesa in una sola circostanza con Alice Ponzanelli. Le "tigrotte", che hanno compiuto un importante passo verso la salvezza, sono state maggiormente ciniche, cogliendo l'attimo con Martina Cacciabue e Federica Briamonte.

Pari e patta (2-2) nel duello sul fondo tra CFFSD Cogoleto e Patanegra, impegnate nella lotta per non retrocedere. La compagine di Andrea Ramaglia, a segno con Mirlea Chelu e Sara Gazzano, ha dovuto rimandare ancora una volta l'appuntamento con la prima vittoria, nonostante lo strenuo impegno e qualche azione davvero pregevole. Le nero-bordeaux hanno infatti retto l'urto senza tremare, capitalizzando poi le loro "razzenti" manovre con i guizzi di Chiara Brero e Giada Traverso. 

Ha riposato il Moto G.P. Fever-Tree. 

Nella classifica cannonieri, Alessia Calcagno (Boglia Ma Che Gotti) resta saldamente leader con 15 reti, seguita a distanza, a quota 8, da Katia Germani (Real Ovomaltina) e Sonia Carmarino (Campomorone S. Olcese). A 5 troviamo Francesca Canale (Moto G.P. Fever-Tree) e Alice Coppola, compagna della Germani. Sono attestate a 4 Serena Coppolino (Real Ovomaltina), Monica Fasce (Moto G.P. Fever-Tree) e Giada Traverso (Polisportiva CAP&S). 

A2 FEMMINILE - US Valponte 1986 in scioltezza. La capolista, sempre a punteggio pieno, ha regolato per 5-0 il "fanalino di coda" Panta The Girls senza neppure spingere sull'acceleratore. Si è limitata (si da per dire) ad una "manita", firmata da Federica Mastrangelo (che ha fatto il bis), Michela Bottari, Letizia Minetto e Roberta Maranini. 

L'Atletico Levante, che condivide il primato avendo giocato un incontro in più, ha steso per 4-2 il pericoloso San Lorenzo Della Costa, che ha "graffiato" con Alessandra Federico e Daniela Parisi. Le levantine hanno fatto valere le loro doti tecniche con le micidiali conclusioni di un'ispirata Chiara Levaggi (che ha calato un tris da sballo) ed Elena Gaggero. 

Sudatissima affermazione per il Rayo Valevano, che resta al limite della zona promozione dopo aver piegato per 1-0 un indomito CUS Genova Willy Sport. Le cussine hanno offerto una resistenza ad oltranza, inchinandosi soltanto di fronte ad una stoccata di Barbara Pitto. Le "spagnole" di Maria Rocco sono state imperforabili in difesa e brave a sfruttare una delle rare occasioni propizie. 

Anche 'l'Atletico Stark Erre.Bi ha conquistato 10 punti come US Valponte 1986 e Atletico  Levante, ma ha già giocato sette gare. Le "starkiane" hanno comunque confermato di essere agguerrite e ben attrezzate, sconfiggendo per 4-2 un combattivo MarXsiro, che le ha impensierite con  un paio di spunti vincenti di Valentina De Caroppo. A far la differenenza sono state le superbe fiondate di Micol Favoni (doppietta d'autore), Adelaide Algeri e Luisa Lo Sordo. 

Il Deportivo Nervi ha battuto finalmente un colpo dopo tante delusioni, sconfiggendo a fatica, ma con merito, un tutt'altro che disprezzabile Zena FC (3-2). Le zeneisi" hanno "bussato" con lo splendido uno-due di Valentina Venturini. Le nerviesi sono state abili a trovare il varco giusto al momento giusto con Alice Giaretti, Sara Perotto e Giulia Sigona.

Ha riposato il Gruppo Alloro. 

Nella corsa al titolo di "pichichi", Micol Favoni (Atletico Stark Erre.Bi) è volata a 11 gol, staccando Giulia Maggi (Gruppo Alloro) e Beatrice Verdina (San Lorenzo Della Costa), ferme a 9. La valpontina Roberta Maranini e Alice Nappi (Atletico Levante) sono a 8, tallonate a 7 da Federica Cardini (Rayo Vallecano) e Francesca Bontà (Atletico Stark Erre.Bi). A 6 troviamo quindi altre  due "starkiane", Luisa Lo Sordo e Francesca Gigliello, Erica Lombardo (Rayo Vallecano), Letizia Minetto (US Valponte 1986), Alice Giaretti (Deportivo Nervi) e Sara Lusardi (Atletico Levante). 

Francesco Ferrando