Amatori a 8: prima sconfitta per la Termoidraulica Marchi


Il Figgeu '98 ha posto fine alla corsa folle della Termoidraulica Marchi Duglas, che è finita per la prima volta al tappeto dopo cinque trionfi di fila. Grande prestazione dei peglini, che hanno limitato al minimo i rischi e hanno colpito con cinismo nelle occasioni propizie. La capolista è stata meno lucida del solito e nella fase difensiva ha sbandato troppo. Inevitabile la sua caduta. 

Sempre nel 6°turno del Girone B degli Amatori a otto, I Lucani Leone X Genova hanno fatto faville, schiantando per 9-4 il Manceres 2017, che ha fatto quello che ha potuto contro una squadra certamente più attrezzata, evitando guai peggiori. Ma il risultato non è mai stato in discussione. 

Ancor più agevole la vittoria dell'ARCI Isoverde 1991, che non ha lasciato neanche le briciole al povero Movimento Rangersport. Gli isoverdini hanno dilagato con una spaziale quaterna di Filippo Coppo e le "magie" di Bledi Lena e Michele Rebora. I "rangers" sono stati impotenti di fronte alla furia degli uominibdi Marco Pericoli. 

Grande lotta ed estremo equilibrio, invece, tra Aston Villa Scassi 1994 e Real Ponente, che hanno finito col dividersi la posta (2-2). Le due contendenti hanno evidenziato gli stessi pregi e i medesimi difetti , finendo con l'annullarsi  a vicenda. 

Andamento simile nel divertente e palpitante 4-4 tra ASD Gymnotecnica e Superba FC, in un incontro da "montagne russe", che ha offerto emozioni e stati d'animo altalenanti. Il verdetto di parità ha fotografato con esattezza l'andamento della contesa. 

Nella classifica cannonieri, Brian Marchi (Termoidraulica Marchi Duglas) è primo con 11 centri, braccato a 10 dal romeno Ciprian Costantin Craciun, del Figgeu '98. Terza piazza per Salvatore Continanza (I Lucani Leone X Genova) e Isacco De Benedictis (Movimento Rangersport). Davide Balotelli (Superba FC) è a 6, seguito a 5 da Filippo Coppi (ARCI Isoverde 1991), Andrea Borreani (compagno d'avventura di Marchi) e Denny Costanzo (Real Ponente). 

GIRONE A - Resto Del Mondo a forza sei. I "mondialisti" hanno incamerato la sesta vittoria consecutiva, superando con un secco 4-1 il Via Dino Col, che ha evitato il "cappotto" con un guizzo di Davide Sedda. La capolista ha sempre controllato autorevolmente il match, concretizzando la sua costante pressione con le bordate di Matteo Sacco, Marco Pugliese e Daniele Giugno, che ha concesso il bis. 

Il KF Service Genova Galaxy è finito per la prima volta K.O., cedendo d'un soffio (2-3) allo Still RC Tech Gianni Gambino, che è terzo, ma con una gara in meno. I "galattici", pur esibendo il consueto impegno, hanno giostrato al meglio solo a sprazzi, cogliendo l'attimo con l'uno-due del bravo Alessio Mastrangelo. La compagine di via Biscaccia ha fatto pendere la bilancia dalla sua parte con le botte di Filippo Meloni, Michele Longo e Fabio Polotti. 

L'ASLA Genova ha interrotto un periodo negativo piegando per 1-0 la Dinamo. I ragazzi di Alessandro Scarcella, per uscire dalla crisi, sono ripartiti dalla difesa, seguendo il concetto "prima non prenderle". Blindata la propria porta grazie anche ad un portiere in vena di miracoli, ai gialloneri è bastato un gol su punizione di Fabio Esposito per incamerare l'intera posta. Grandi feste a fine partita negli spogliatoi, con un affettuoso saluto a Samuel Muyiwa Erebowale, che ha disputato l'ultimo incontro con l'ASLA: torna infatti a casa sua, per riunirsi finalmente alla famiglia. 

Ancora in ambasce, invece, il Marsiglia TT(r)o, che ha subito l'ennesima sconfitta, perdendo senza attenuanti per 3-9 contro il Partizan Degrado, al suo primo successo stagionale. I "partigiani" hanno "mitragliato" con Ettore Solar Riquelme (tris da supereroe), Umberto Raffo (magnifica doppietta), Andrea Arru, Jacopo Repetto, Andi Avdullai ed Emanuele Brandi. I "marsigliesi" hanno dovuto accontentarsi dei lampi di Marco David Quiroz Navarrete (l'ecuadoriano che veste anche la maglia dell'FC Quinto nel Lavoratore A1 ha colpito due volte) e Marco Merello.

Tutto facile per il GS Gaiazza, quarto, che ha travolto per 8-3 il Teplice, capace solo di limitare un po' i danni con le stilettate di Davide Oliveri, Luca Cesaro e Luca Bo.  La squadra di Ceranesi ha imperversato dall'inizio alla fine con una strepitosa quaterna di Mattia Moi e gli uno-due di Beniamino Lanza e Shefit Zoti. 

Nella graduatoria dedicata agli attaccanti, Andrea Romani (KF Service Genova Galaxy), pur restando a secco, comanda con 15 centri. Il suo compagno di club Alessio Mastrangelo si è un po' avvicinato, portandosi a quota 9. A 6 viaggiano Ettore Solar Riquelme (ASLA Genova), Michele Longo (Still RC Tech Gianni Gambino), Alessio Idili (Dinamo) e Davide Carboni (Resto Del Mondo). Riccardo De Fazio (Partizan Degrado) vanta 5 centri. 

Francesco Ferrando