Serie A2: la lotta al vertice appassiona


Ruota a ruota, col piede sull'acceleratore, il motore che romba e il cuore che batte all'impazzata. È l'immagine che ci viene in mente osservando la "Formula 2" dell'UISP 2019-2020, dove la lotta al vertice dei due raggruppamenti è strenua ed appassionante e nessuno può permettersi di rallentare. 

Nel 12° turno del Girone B, era in programma, dopo la lunga sosta natalizia, lo scontro al vertice tra la capolista Sweet Devils e il Saint Trappa, secondo ad una lunghezza. Il confronto non ha tradito le attese, offrendo un gioco spettacolare e tante emozioni. Ne è scaturito un equo 2-2, che consente ai "dolci diavoli" di mantenere la testa della corsa, ma non dà certezze. Tutto può ancora accadere. 

I "trappisti", che sognavano il sorpasso, hanno gettato nella mischia tutto il loro ardore agonistico e tutte le loro energie psicofisiche, riuscendo a sfondare con una splendida doppietta dell'incontenibile Alessandro Mongini, attaccante classe 1991. La compagine di Andrea Firenze e Maurizio Parodi ha retto l'urto con sicurezza e ha colpito a sua volta con le stoccate di Michele Mongiello e Fabio Chinigo'. 

Le inseguitrici più prossime, Vecchia Rivarolese 2016 e Olimpic Pra' Palmaro 1971, che non sono lontane, hanno però perso un'occasione per avvicinarsi al vertice, ottenendo soltanto due pareggi.

Particolarmente fastidioso, per i praesi, il mezzo passo falso casalingo con il Nazario Et Celso (2-2). Gli arenzanesi, non nuovi a certi exploit, hanno impressionato per la concentrazione e la qualità della manovra, trovando il pertugio giusto con Marco Ferrari (pungente come il suo soprannome, Zanzara) e "Red Bull" Federico Tovagliari,  uno che ti "mette davvero le ali". Il team di Massimiliano Cambi ha faticato tremendamente e ha raggiunto il pari proprio in extremis con un rigore di Massimo Angileri (in precedenza era andato a segno Massimo Amico). 

Più accettabile per i rivarolesi la divisione della posta con un Ospedale San Martino in costante crescita e reduce dalla squillante vittoria contro lo Sweet Devils. Al Torbella è finita 1-1, con gli "avvoltoi" che hanno centrato il bersaglio con l'ottimo Davide Del Re, mentre la marcatura degli ospedalieri porta la firma dell'ispirato Jihed Aloui. Il risultato finale ha fotografato con esattezza l'equilibrio che si è visto in campo, tra due contendenti ben attrezzate e giustamente ambiziose. 

Dopo molte delusioni, squillo di tromba dell'Atletico Quarto, che ha finalmente espresso il suo potenziale, superando con un un'entusiasmante 5-3 un Pallavicino in chiaro regresso. I quartesi hanno avuto una formidabile spinta dagli straordinari uno-due di Mattia Lucagrossi e Francesco Scibilia, a cui si è aggiunta un'invenzione di Alberto Cacciavillani . Sul fronte opposto, i biancorossi hanno replicato in parte con Filippo Massone ( che ha concesso il bis) e Manuel Bernasconi. 

Lo Zener si è  portato da solo al quinto posto, l'ultimo utile per i playoff, ma ha faticato molto più del previsto per piegare l'accanita resistenza dell'Olimpic Zena. Gli "ingegneri" hanno premuto parecchio, senza però molto costrutto. A siglare il decisivo e definitivo 1-0 c'ha pensato Luca Bordiglione, pronto e rapace a cogliere l'attimo propizio. 

Il Ca' de Rissi San Gottardo è colato a picco contro il Phoenix 1995, targato Ottica Rattaro, subendo un cocente K.O. (0-3). Per gli arancioni, è stata una bella soddisfazione, che consente loro di abbandonare il posto di fanalino di coda. Un superlativo Robba ha trascinato i suoi con una sontuosa doppietta; ha quindi completato l'opera Andrea Donati.

Ha riposato il Pescatori Boccadasse. 

Nella classifica cannonieri, Filippo Massone (Pallavicino) è balzato al comando con 12 reti, una in più di Claudio D'Agostino, del Saint Trappa. Sul terzo gradino del podio, a quota 8, ci sono Fabio Chinigo' e Maurizio Letizia, "dioscuri" dello Sweet Devils. A 7 troviamo Alessio Cerbello (Zener) e un altro "dolce diavolo", Alessandro Carlini. Seguono a 6 Massimo Angileri (Olimpic Pra' Palmaro 1971), Marco Ferrari (Nazario Et Celso), Francesco Poggio (Pescatori Boccadasse) e William Michael D'Antona (Vecchia Rivarolese 2016). 

Nel prossimo capitolo, sono in programma due scontri mica male: lo Sweet Devils affronterà lo Zener (venerdì, Multedo, ore 21,30) e il Saint Trappa se la vedrà con l'Ospedale San Martino (sabato, San Desiderio, ore 13,30). Ma stuzzica la fantasia pure il duello tra Atletico Quarto e Vecchia Rivarolese 2016, che si disputerà venerdì sera, ore 21,30, a Quarto Alta. 

L'Olimpic Pra' Palmaro 1971 conta di tornare a pieno regime contro il Phoenix 1995 Ottica Rattaro (sabato, Cornigliano, ore 21,30), mentre il Pallavico è atteso da un'insidioso viaggio nella tana del Nazario Et Celso (venerdì, Arenzano G. Gambino, ore 21,30). Il Pescatori Boccadasse "incrocerà i tacchetti" con il Ca' de Rissi San Gottardo (venerdì, San Desiderio, ore 21,30). Riposerà l'Olimpic Zena. 

GIRONE A - Il New Old Boys scatta, il Deportivo 2007 puntualmente risponde. Dietro, le altre sono sempre più lontane e difficilmente potranno riportarsi sotto (anche se con i tre punti a vittoria qualche ribaltone è sempre possibile). 

I "vecchi ragazzi", un po' arrugginiti per i bagordi di fine anno, hanno sudato le proverbiali sette camicie per aver ragione (1-0) degli Anatori Genova, ultimi e spesso sotterrati da valanghe di gol. Ma la formazione di Luca D'Arrigo sta pian piano riemergendo dall'abisso e comincia a creare qualche grattacapo agli avversari. Ciò non toglie che chi ha raccolto venticinque punti in più doveva far valere la sua superiorità tecnica. Invece, si è  dovuto accontentare del guizzo dell'onnipresente Michele Longo.

Guardando il punteggio (3-2) si direbbe che anche per il Deportivo 2007 sia stata dura contro il Foce SAAR Depositi Portuali. In realtà, il risultato non è mai stato in discussione, pur riconoscendo ai focesi gli evidenti progressi degli ultimi tempi.

Il primo tempo è stato piuttosto sonnolento, con i ragazzi di Davide Ghironi leggermente più intraprendente, ma poco incisivi sotto porta. Il punteggio si è sbloccato all'improvviso allo scadere dei 35':  A. Limoncelli ha effettuato uno sciagurato retropassaggio al portiere, servendo Davide Brancato, che ha scartato il regalo di Natale in ritardo e ha insaccato facilmente. 

Gli " asinelli" (nello stemma originario del Depor compariva un asino) hanno approfittato dello sbandamento emotivo dei celesti, raddoppiando in avvio di ripresa col loro bomber storico Mattia Salvi. Al 46', i padroni di casa hanno dimezzato lo svantaggio, concretizzando una reazione magari confusa ma comunque veemente: l'1-2 è stato realizzato dal dischetto da Davide Ghironi. Ma cinque minuti dopo Milo Chiari ha chiuso in pratica i conti, raccogliendo un bel cross teso. Ininfluente lo spunto nel finale di Francesco Di Franco. La truppa di Filippo Baldini ha resistito al disperato assalto dei padroni di casa nei 7' di recupero, guidata da un Lebrizzi da applausi (tra le tante cose belle che ha esibito, brilla come un diamante l'assist a Salvi). 

La tornata ha proposto il match clou tra Real Quezzi e AZ Home For Life. Entrambe volevano e dovevano vincere per non veder scappare via le prime due. Ma si sono complessivamente equivalse e l'incontro, a tratti bello ed interessante, si è chiuso sull'1-1. Qualche recriminazione per i quezzini, che nel finale hanno sprecato due o tre ghiotte opportunità (del resto, la scarsa prolificità dell'attacco è il problema più grosso dei rosanero). Insomma, il punto strappato dagli "immobiliaristi" non è certo uno scandalo. Dopo un primo tempo senza gol, sono stati proprio loro a passare in vantaggio con Walter Genna. E chi se no? Lui timbra con regolarità e neanche la miglior retroguardia del torneo (appena sei reti subite) è riuscita a fermarlo. Gli uomini di Giuseppe Pagano si sono subito riversati in avanti e i loro sforzi sono stati premiati da una stilettata di Roberto Di Francesco, migliore in campo. 

Il Wings Aerospace ha agganciato così in quinta posizione il Foce SAAR Depositi Portuali, in virtù del rotondo 5-0 rifilato al un'ASD 2S irriconoscibile rispetto alle prime giornate. Tutto facile per gli "astronauti", che hanno dilagato con una fantastica tripletta dell'assatanato Ettore Solar Riquelme e gli acuti singoli di Daniel Pantuso e Giorgio Pinciroli. 

In caduta libera pure il Boca James Panificio Campo di Grano, travolto a domicilio per 1-4 dall'Ottica Gualducci. I stralunati bochensi hanno evitato il "cappotto" con una botta di Marco Sidero. Per il resto, sono stati ripetutamente infilzati da Gabriel Mello Bonfim (due volte), Jakub Rasiak e Viani Fuamba. 

Infine, il Trentatré10 ha avuto la meglio di misura (2-1), ma con merito, su un un ardimentoso CSKA Pizza. Ai pupilli di Alessio Battini non è bastata una conclusione al bacio di Tiziano Cargnel per evitare un'altra dolorosa sconfitta. I rivali hanno potuto esultare grazie alla mortifera doppietta dell'eccellente Daniel Licata. 

Ha riposato il Genova Calcio Linea Messina. 

Nella graduatoria riservata alle punte, il cacciatore implacabile Walter Genna (AZ Home For Life) ha messo nel suo carniere ben 16 "prede". Dietro di lui, viaggia spedito pure Alessandro Carlino (New Old Boys), con 13 centri, uno in più dell'eterno Michele Longo, suo compagno di club. Francesco Di Franco (Foce SAAR Depositi Portuali) e Mattia Salvi (Deportivo 2007) sono balzati a 8, Ettore Solar Riquelme (Wings Aerospace) è volato a 7. A 6 gol e' attestato Andres Carlos Macias Andrade (AZ Home For Life), che precede di una lunghezza il suo socio Davide Gianetto, Christian Cocuzza Benzi (CSKA Pizza), Daniele Casula, Gabriele Grandona e Daniel Licata (tutti del Trentatré10).

Nel prossimo turno, il New Old Boys si batterà col Foce SAAR  Depositi Portuali (venerdì, via Maritano "A", ore 21,30). Il Deportivo 2007 ospiterà al Taviani di Bavari (sabato, ore 11) il Trentatré10. Compiti sulla carta agevoli per AZ Home For Life e Real Quezzi, che giocheranno rispettivamente contro Boca James Panificio Campo di Grano (venerdì, S. Eusebio, ore 21,30) e Genova Calcio Linea Messina (venerdì, Cornigliano, ore 21,30). 

Il Wings Aerospace testerà la ritrovata dignità sportiva degli Amatori Genova (sabato, Borzoli, ore 13). Subito prima ( sempre a Borzoli, ore 11,30), l'Ottica Gualducci sentirà il polso, piuttosto fiacco nelle recenti uscite, dell'ASD 2S. Riposerà il CSKA Pizza.

Francesco Ferrando