Calcio a 7: inizia la corsa ai play-off


Situazione chiaramente delineata nel Girone B degli Amatori a otto: le prime quattro hanno infatti scavato un solco con le rivali, ipotecando così con ampio anticipo i playoff. 

Anche la Pro Sesto Genova ha costruito una classifica solida, installandosi saldamente in quarta posizione. Nell'8° turno, ha travolto con un significativo 8-2 lo Schiappe 04, che è riuscito solo ad evitare guai ancora peggiori con gli spunti di Emanuele Croce e Gabriele Pero. I "sestesi" hanno dominato la scena, illuminandola con i doppi lampi di Alessandro Anastasi e Francesco De Spirito e gli acuti singoli di Giovanni Palma, Diego Palumbo, Davide Procolo Conte e Dario Guido. 

L'imbattuta US Valponte 1986 sta disputando la miglior stagione da quando è iscritta ai tornei uispini. Anche il Calcio Tegliese, che pur ha offerto una prova degna di nota, colpendo con Giovanni Buzzichelli e Massimo Pallavidino, ha dovuto alla fine alzare bandiera bianca (2-4), infilzata inesorabilmente da Alessandro Aveni, Davide Ferrando (che ha concesso il bis) e Davide Sorrenti. 

La Pedemontana Cantera ha spazzato via con un inequivocabile 7-1 la malcapitata Resistente. Il team di Fossati ha scongiurato il "cappotto" con un affondo di Igor Balducci. Ma è sempre stata in balia degli uomini di Omar Lafi, che hanno mitragliato da ogni settore del campo, centrando il bersaglio con una favolosa quaterna di Matteo 
Pedemonte e le frecciate di Alessio Maniscalco, Matteo Poire' e Davide Arvigo. 

Ha invece segnato il passo il Campomorone S. Olcese, costretto alla divisione della posta da un indomito Zener (3-3). Gli "ingegneri" hanno graffiato con Matteo Bagnasco, Marco Speziari ed Eros Repetto. I santolcesini, meno efficaci ed attenti che in altre occasioni, hanno comunque trovato il pertugio giusto con Matteo Bazzu, Salvatore D'Amico e il solito Luigi Saccone. 

Nella classifica cannonieri, svetta Davide Ferrando, bomber storico dell'US Valponte 1986, che ha raccolto un bottino di 15 reti, una in più del compagno d'avventura Michele Porcile. Terzo, a quota 12, Danilo Bernardi, del Campomorone S. Olcese. Matteo Pedemonte (Pedemontana Cantera) è salito a 10. A 9 troviamo il santolcesino Luigi Saccone. A 7 sono attestati i pedemontani Pier Luca Noli e Gioele Rosa, Andreas Giusto (Calcio Tegliese) e il valpontino Giulio Vianello. A 6 c'è Matteo Bazzu (Campomorone S. Olcese), tallonato a 5 dal suo socio Matteo Ferri e da Davide Arvigo, altro valido finalizzatore della Pedemontana Cantera.

GIRONE A - Il Capichera Calcio, nelle sue precedenti esperienze, aveva sempre stazionato nelle retrovie, non riuscendo mai a qualificarsi per i playoff. Quest'anno si è improvvisamente trasformato in un'autentica macchina da guerra, che schiaccia, distrugge e annienta ogni avversario. Il Grifone, a segno con una bordata di Alessio Belviso, ha fatto anche una discreta figura, ma ha subito comunque un severo 1-4, firmato da Renato Bisagno, Andrea De Luca, Matteo Grilli e Simone Garibotti. 

Il San Teodoro Ketzmaja, al suo esordio nella competizione, sta facendo bene: è secondo a due sole lunghezze dalla vetta. Contro un tenace e battagliero CUS Genova, ha faticato parecchio, imponendosi all'ultimo respiro per 6-5, dopo aver sbandato troppo dietro, subendo le marcature di Carlo Alberto Quaranta (doppietta d'autore), Juri Deandreis, Dinbayan Sarsenbay e Andrea Mosca. A fare la (lieve) differenza è stato un mostruoso Gabriele Marchio, che ha calato un ricco poker; hanno posto il loro sigillo pure Lorenzo Nucera e Matteo La Mela. 

Anche l'Ediltecno Design AB Edilizia, che nel recupero con il Roccacannuccia aveva imperversato con un significativo 7-2, ha sudato le proverbiali sette camicie nella ripetizione del match alcuni giorni dopo. La compagine di Oregina ha dato del filo da torcere ai più quotati rivali, cogliendo l'attimo sotto porta con Davide Rosa e Mario Simone Carle. I voltresi l'hanno spuntata capitalizzando le conclusioni sapienti di Federico Bordo (che ha esultato in un paio di circostanze) e Gianluca Motta. 

Il San Ciro Eremita, dopo aver battuto nel recupero il Grifone com un "tennistico" 6-0, ha vinto a tavolino (4-0) contro L'Hellas Madonna, costretto alla rinuncia per problemi organizzativi. I "santi" occupano ora in solitaria la quarta piazza, precedendo di due lunghezze proprio gli "ellenici".

Nella graduatoria riservata alle punte, Simone Stornello, "arciere" principe dell'Ediltecno Design AB Edilizia, comanda con ben 17 "timbri". Lo tiene d'occhio, ma a debita distanza, l'eccellente Gabriele Marchio (San Teodoro Ketzmaja), un cecchino con 12 "tacche" sul fucile. Sul terzo gradino del podio, siedono Renato Bisagno, Andrea De Luca (entrambi del Capichera Calcio), Alessandro Massa (San Ciro Eremita) e Luca Lupo (San Teodoro Ketzmaja). Marco Battista (Capichera Calcio) è a 9, Giorgio Barone (San Ciro Eremita) a 8. Viaggiano quindi a 7 Gilles Fedeli (anche lui del San Ciro Eremita), Luigi Cuneo (Capichera Calcio) e Mario Simone Carle, portacolori del Roccacannuccia. 

Francesco Ferrando