Lavoratore Serie A2: si conclude il girone di andata


Che ribaltone! Il recupero dell'8° turno del Girone B del Lavoratore A2, rinviato per allerta meteo nel mese di novembre, ha cambiato di colpo il volto alla classifica. Lo Sweet Devils, capolista solitario dall'inizio della stagione, è stato scavalcato da ben tre squadre e raggiunto dall'Ospedale San Martino
Vero è che ha una gara in meno e vincendola tornerebbe in testa, visto che lassù, nei quartieri alti, c'è un grande affollamento: come su un autobus all'ora di punta.

I "dolci diavoli" sono finiti intrappolati nella rete tesa dal Pescatori Boccadasse, che si è ritrovato tra le mani una preda tanto inattesa quanto ambita.

I biancocelesti hanno disputato la miglior prestazione stagionale, chiudendo bene ogni varco e rendendosi pericolosi in contropiede. A determinare il definitivo e clamoroso 1-0 è stata una micidiale "fiocinata" di Riccardo Ferraresi, abile a farsi trovare al posto giusto nel momento giusto. I rivali sono parsi un po' stanchi, deconcentrati e scarsamente lucidi, soprattutto in fase conclusiva. 

Il Saint Trappa si è ritrovato così primo, grazie all'affermazione per 3-1 contro un volonteroso Nazario Et Celso, che ha gioito solo per uno spunto di Bruno Vinicius Oneto. I "trappisti" hanno imposto la loro superiorità tecnica, concretizzando le loro azioni con le botte di Marco Pozzo, Claudio D'Agostino (il loro principale bomber) ed Erik Cirelli. 

L'Olimpic Pra' Palmaro 1971, reduce da due deludenti pareggi consecutivi, ha espugnato con un roboante 5-3 il campo del Ca' de Rissi San Gottardo. L'albanese Gjergji Kusha, in forma strepitosa, ha trascinato i suoi facendo letteralmente il diavolo a quattro (tante sono state infatti le sue segnature); ha completato l'opera una stoccata di Andrea Lorusso. I padroni di casa, troppo fragili in difesa, hanno risposto in parte con Enrico Schincaglia (che ha concesso il bis) e Vittorio Bertorello. 

La Vecchia Rivarolese 2016, terza, si è sbarazzata agevolmente dell'Olimpic Zena, prevalendo con in un perentorio 3-0. Non c'è stata partita, con gli "avvoltoi" che hanno dominato in lungo e in largo, insaccando con Luca Scotto, Michael William D'Antona e Roberto Nasso. 

L'Ospedale San Martino, ribadendo di essere sicuramente la squadra più in forma del momento, ha proseguito la sua stupefacente rincorsa annientando con un severo 4-0 il malcapitato Phoenix 1995 Ottica Rattaro. I ragazzi del professor Sergio Barocci hanno imperversato con manovre spettacolari, centrando il bersaglio con un favoloso "hat trick" di Marco Rovere e un guizzo di Luca Mocini.

Lo Zener, che deve recupere il match con lo Sweet Devils, ha impattato per 1-1 con l'Atletico Quarto, al termine di un incontro incerto ed equilibrato. Gli "ingegneri" di Marco Pizzorno hanno bucato il portiere con una staffilata di Luca Bordiglione, mentre i quartesi di Raffaele Bevegni hanno colto l'attimo propizio con Fabio Cenciarini.

Ha riposato il Pallavicino.

GIRONE A - Con il New Old Boys che riposava, godendosi il titolo pleonastico (ma neanche troppo) di campione d'inverno, le partite della scorsa settimana hanno rispettato pienamente i pronostici, con le prime della classe che hanno tutte vinto.

Il Deportivo 2007, arrabbiato per lo scivolone con il Trentatré10, si è sfogato contro la povera Ottica Gualducci, uscita dall scontro con le ossa rotte (0-5). Il match si è chiuso già nei primi minuti con le marcature di Sergio Fiorentini ( su punizione, specialità della casa) e Mattia Salvi, dopo un elegante dribbling per saltare il portiere. La punta ha servito poi l'assist per il 3-0 di Matteo Ghigliazza. Quindi ha "timbrato" la doppietta personale, chiudendo la sua superlativa performance smarcando Matteo Sormani, che ha suggellato così la "manita".

Anche l'AZ Home For Life ha giostrato a piacimento contro un CSKA ancora una  volta deludente. Il team di Alessio Battini è stato messo brutalmente sotto (0-2) ed è stato trafitto dall'uno-due del solito, implacabile Walter Genna e da un'invenzione del bravo Davide Gianetto. 

Il Real Quezzi si è limitato a svolgere il compitino per superare l'Amatori Genova, conservando forse le forze per i prossimi, più probanti e cruciali, impegni. Gli uomini di Giuseppe Pagano hanno sfruttato le trovate di Fabio Boccaccio (il formidabile playmaker si è messo per una volta in proprio) e Rolando Di Francesco.

Il Wings Aerospace, che occupa la quinta posizione, l'ultima utile per accedere ai playoff, ha liquidato con un tranquillo 2-0 il temibile Trentatré10. Ha risolto la questione una splendida doppietta dello scatenato Giorgio Pinciroli. Sul fronte opposto, Nickolas Boanaiuti, che sette giorni prima aveva festeggiato il compleanno con il gol decisivo al Deportivi 2007, stavolta è rimasto a bocca asciutta. Ma si augura di non dover aspettare di nuovo il proprio genetliaco per tornare ad esultare. 

L'impiego di Alaaeddine Asserane ha ridato fiato al Boca James Panificio Campo di Grano, che si è aggiudicato con un sofferto ma meritato 3-2 la sfida con l'ASD 2S. Le due squadre erano im rottura prolungata da troppo tempo. Solo i gialloblù" hanno dato una sterzata alla loro stagione. I"settembrini" hanno piazzato due ganci con Fabio Patrone e Valerio Galanzini. Ma i bochensi di Enzo Borella hanno capitalizzato al meglio la doppia prodezza di Asserane e un bolide di Gabriele Mancusi.

Il Foce SAAR Depositi Portuali ha faticato parecchio per piegare (2-1) un Genova Calcio Linea Messina tutt'altro che arrendevole. Nessun dubbio che il successo sia comunque andato alla compagine migliore, anche se la gara non è stato certo entusiasmante. I focesi, dopo essersi fatti del male da soli con una sciagurata autorete di Pecoraro al 10', fanno premuto per tutta il resto del confronto, sprecando l'impossibile. Il sospirato pari è arrivato solo al 52' ad opera di Ermanno Casarino Caruso. Poi, a tempo scaduto, William Nduka ha deviato in fondo alla porta un assist di Fossa. 

Francesco Ferrando