Femminile: Campomorone S.Olcese inarrestabile


Il Campomorone S. Olcese corre con gli stivali delle sette leghe verso il suo primo, storico e meritatissimo titolo provinciale. Ma nel 12° turno della A1 Femminile, non è stato agevole superare per 5-2 un combattivo Vallescrivia, ultimo e in formazione rimaneggiata. Malgrado i problemi che le affliggono, le "tigrotte" sono state infatti capaci di duellare ad armi pari per tutto il primo tempo, chiuso sul 2-2. 

Le ragazze di mister Rimembrana, prive di Profumo, hanno sbloccato la situazione con una velenosa punizione della capitana Sonia Carmarino. Ma sono state raggiunte subito dopo da una poderosa conclusione da fuori area di Roberta Pira. Nuovo vantaggio santolcesino ad opera di Silvia Cagnoni, che ha finalizzato una bella manovra collettiva. E altra pronta reazione delle ospiti con Federica Briamonte. Nella ripresa, però, è venuta fuori la maggior caratura tecnica delle biancoblù, che hanno risolto la contesa con un abile esterno destro di Silvia Malavasi e un paio di stoccate dell'assatanata Sonia Carmarino. 

Ormai le concorrenti sono rassegnate a competere per un pleonastico secondo posto. Il Boglia Ma Che Gotti ha conquistato la piazza d'onore, vincendo con un secco 4-0 sulla temibile Ediltecno Design Woman. Le bogliaschine hanno tenuto la ribalta con consumata classe, sfondando più volte con un ricco poker della super bomber Alessia Calcagno. In autentica iradiddio, come sovente le capita. 

Il Moto G.P. Fever-Tree è stato sorprendentemente bloccato sul pari (1-1) dal CFFSD Città di Cogoleto, che, come nella passata stagione, sta venendo fuori alla distanza, cercando un'altra complicata salvezza. Le "gippine", ben imbrigliate dalle cogoletesi, hanno trovato il pertugio giusto con la solita Monica Fasce. La grintosa equipe di cogoleto ha a sua volta colto l'attimo fuggente con la brava Elisabeth Casalinuovo. 

Tutto sin troppo facile per Il Real Ovomaltina, che ha battuto sull campo di via Terpi una Polisportiva CAP&S in calo. Le campionesse in carica hanno trionfato con un inequivocabile 6-0, firmato da Arianna Raglione, Monica Greco (bello il suo uno-due) e dalla formidabile Serena Coppolino (che ha calato un magnifico tris). 

Ha riposato il Patanegra.

A2 FEMMINILE - L'Atletico Stark Erre.Bi è  diventata un'inarrestabile macchina da guerra. Le "starkiane" si sono aggiudicate lo scontro al vertice con l'Atletico Levante con un perentorio 5-2. Nell'impianto di Chiavari Col.Mare hanno schiantato le quotate ed esperte levantine con una fantasmagorica quaterna dell'immarcabile Micol Favoni e una botta di Luisa Lo Sordo. Sull'altro fronte, non sono bastate le prodezze di Alice Nappi e Chiara Levaggi.

Per effetto di questo risultato, l'US Valponte 1986 e' tornata solitaria in vetta dopo essere salita sull' "ottovolante (8-0) contro il povero MarXsiro. Le valpontine hanno spadroneggiato dall'inizio alla fine, mitragliando a ripetizione con le varie Roberta Maranini (favoloso tris), Mara Manzolillo (irresistibile doppietta), Carlotta Barabino, Elena Manara e Federica Mastrangelo.

Il San Lorenzo Della Costa, altra neofita terribile, si è rifatta sotto: ora è quarta, ad una sola lunghezza dell'Atletico Levante e dalla zona promozione. La società sammargheritese, nata nel 1980, sta stupendo tutti per la qualità del gioco e la continuità di rendimento. Contro il pericoloso Gruppo Alloro, a bersaglio con Hasna Ghanam, Valeria Rosina e Giulia Maggi, ha prevalso di misura per 4-4, capitalizzando i tiri al fulmicotone di Beatrice Verdina (che ha perforato la difesa in tre occasioni) e Debora Dapelo. 

Affermazione risicata pure per il CUS Genova Willy Sport, che ha avuto la meglio per 2-1 sullo Zena FC. Le "zeneisi", combattive ma poco incisive, hanno gioito per un guizzo di Angela Currarini. Le cussine hanno messo definitivamente la testa avanti con l'uno-due dell'orgogliosa Valeria Dettori.

Il "fanalino di coda" Panta The Shire ha subito l'ennesimo K.O. A spedirla al tappeto (0-3) contro il Deportivo Nervi sono stati un autogol e le frecciate di Francesca Massa e Giulia Sigona.

Ha riposato il Rayo Vallecano.

Francesco Ferrando