Femminile: il Boglia Ma Che Gotti riapre il campionato


l Boglia Ma Che Gotti ha riaperto in extremis il campionato di A1 Femminile, battendo nello scontro diretto la capolista Campomorone S. Olcese per 4-2. Le bogliaschine, che ora si trovano a meno quattro dalla vetta, ma con una gara in meno, hanno sfruttato, oltre ad una maggiore determinazione, la vena realizzativa dell'intraprendente Alessia Calcagno: il bomber della competizione, che vinse il il titolo di "pichichi" anche nella scorsa stagione, ha realizzato una meravigliosa quaterna. Le santolcesine, al secondo K.O. dopo una lunga serie positiva, hanno replicato in parte con Silvia Malavasi e Micol Profumo. 

Il Moto G.P. Fever-Tree ha accorciato le distanze, portandosi a meno cinque, grazie alla soffeta affermazione (1-0) contro il Real Ovomaltina. In un incontro aspro ed incerto, è risultata decisiva un'invenzione della brava Francesca Canale.

Con lo stesso punteggio il Patanegra ha piegato la temibile Ediltecno Design Woman. Il confronto è stato un vigoroso braccio di ferro,  tra contendenti di ugual levatura. Le nero-bordeaux hanno fatto pendere la bilancia dalla loro parte con un affondo di Giada Traverso. 

Il Vallescrivia, reduce da un lungo periodo negativo, si è risollevato, rifilando un secco 3-0 al CFFSD Città di Cogoleto, nel duello sul fondo tra le principali indiziate per la retrocessione. Le "tigrotte" hanno dominato la scena, concretizzando la loro superiorità con le stoccate di Roberta Pira (che ha concesso il bis) e Federica Briamonte.

Ha riposato la Polisportiva CAP&S.

Nella classifica cannonieri, Alessia Calcagno (Boglia Ma Che Gotti) ha scavato un solco incolmabile con le concorrenti, toccando, dopo l'ultimo exploit, quota 27. Sonia Carmarino (Campomorone S. Olcese) la segue da molto distante, con i suoi 14 centri. Silvia De Blasio (Polisportiva CAP&S) è a 10, tallonata a 9 da Serena Coppolino (Real Ovomaltina), Silvia Malavasi (Campomorone S. Olcese), Monica Fasce (Moto G.P. Fever-Tree) e Giada Traverso (Patanegra). Katia Germani (Real Ovomaltina) è bloccata da tempo a 8. A 7 troviamo Francesca Canale (Moto G.P. Fever-Tree), Alice Coppola (Real Ovomaltina), Ilenia Gasperini (Polisportiva CAP&S e Boglia Ma Che Gotti), Micol Profumo (Campomorone S. Olcese) e Chiara Brero (Patanegra). 

A2 FEMMINILE - Distanze invariate tra le quattro pretendenti alle tre promozioni nella massima categoria. Le "grandi" hanno infatti tutte vinto nel 16° turno, rispettando il pronostico, ma hanno dovuto lottare sino in fondo. Perché anche nella "cadetteria" nessuno regala niente a nessuno. 

L'US Valponte 1986 ha confermato la leadership appena acquisita superando per 7-4 il Deportivo Nervi. Le valpontine hanno festeggiato, trascinate da una Roberta Maranini da Oscar, capace di mettere sul piatto una favolosa cinquina. Hanno completato l'opera un autogol e una botta di Elisa Giampieri. Le nerviesi sono comunque uscite dal campo di Via Maritano "B" a testa alta, in virtù di un'autorete e delle stilettate di Chiara Giordani e Giulia Sigona. 

L'Atletico Stark Erre.Bi, secondo, ha avuto la meglio all'ultimo respiro (4-3) su un indomito Gruppo Alloro, che ha graffiato con Daniela Radici e l'uno-due dell'eccellente Marzia Barbieri. Le "starkiane", che si erano rigenerate ad inizio mese con una gita collettiva in montagna, hanno faticato parecchio, ma alla fine sono riuscite a mettere la testa avanti con una pregevole doppietta di Micol Favoni e le scudisciate di Francesca Bontà e Luisa Lo Sordo. 

L'Atletico Levante, terzo con una partita in meno, ha dato scacco matto (6-4) ad un orgoglioso Rayo Vallecano, che ha trovato lo spiraglio giusto con Federica Cardini, Francesca Alberico e una doppia prodezza di Teresa Rocco. Le levantine hanno imposto la loro supremazia tecnica con l'uno-due di Chiara Levaggi e gli acuti singoli di Elisa Dalfiume, Arianna Romagnoli, Sara Lusardi e Alice Nappi. 

Il San Lorenzo Della Costa, quarto, ha espugnato per 5-3 il terreno dello Zena FC, che ha ha bussato in tre circostanze con Monica Pedemonte, Alessandra Pescetto ed Alice Cordara. Le sammargheritesi hanno incamerato la sospirata intera posta con una bella doppietta di Elena Pagano e le frecciate di Debora Dapelo, Sharon Picone e Arianna Nervo. 

Il MarXsiro ha conquistato la terza vittoria della sua complicata stagione, mandando al tappeto (2-0) il CUS Genova Willy Sport. A far esultare le verde-blu sono state le fiondate irresistibili di Tiziana Senatore e Valentina De Caroppo. 

Ha riposato il Panta The Shire. 

Nella graduatoria riservata alle punte, Micol Favoni (Atletico Stark Erre.Bi) comanda con 28 segnature, ma è insidiata da Roberta Maranini ( US Valponte 1986), balzata a 26. Alice Nappi (Atletico Levante) è a 21, Beatrice Verdina (San Lorenzo Della Costa) a 16. Seguono a 13 Luisa Lo Sordo (Atletico Stark Erre.Bi) e Chiara Dachena (CUS Genova Willy Sport). A 12 ci sono poi Federica Cardini (Rayo Vallecano), Letizia Minetto, Alice Giaretti (US Valponte 1986 ), Alice Giaretti ( Deportivo Nervi), Chiara Levaggi (Atletico Levante) e Giulia Maggi (Gruppo Alloro). 

Francesco Ferrando