Lavoratore Serie A2: prosegue la corsa ai play-off


Coppi non sarebbe stato Coppi senza Bartali, Cesare non sarebbe diventato uno dei più grandi condottieri della storia se non avesse sconfitto un acerrimo rivale come Vercingetorige, l'Ammiraglio Nelson non sarebbe diventato un eroe dell'Impero Britannico senza aver costretto alla resa Napoleone. Insomma, la forza e le doti eccelse dell'avversario nobilitano le imprese compiute, misurano la grandezza del vincitore, lo consegnano alla storia e al mito.

Nel loro piccolo, New Old Boys e Deportivo 2007, che duellano per il primato nel Girone A del Lavoratore A2  vivono una situazione simile. Nel 16° turno, entrambe hanno vinto, proseguendo il loro cammino parallelo. 

Più importante, perché più difficile, il successo dei "vecchi ragazzi', che hanno piegato per 2-0 l'AZ Home For Life, al termine di un confronto tiratissimo. A decidere la partita è stata una favolosa doppietta del bomber Michele Longo, che ha prevalso nella sfida personale con "puntero" degli "immobiliaristi", Walter Genna. 

Il Deportivo 2007 ha regolato agevolmente (3-1) il Boca James Panificio Campo di Grano, che è comunque uscito a testa alta dal campo, riuscendo a contrastare i più quotati gialloblù e a pungere in una circostanza con Mustafa Mumna. Gli "asinelli" hanno ribadito la loro superiorità con l'apprezzabile uno-due di Massimo Gaetano e una stoccata di Mattia Salvi.

Il Real Quezzi, che ha sofferto tremendamente il contraccolpo psicologico di non poter più competere per il primato, si è arreso di misura (0-1) di fronte al Trentatré10, che è capace di tirar fuori dal cilindro simili imprese. Oltretutto, può ancora sperare di rientrare in corsa per una clamorosa qualificazione ai playoff. I "telefonisti" hanno bucato la miglior difesa del torneo con un'irresistibile conclusione dell'abile  ed astuto Gabriele Grondona. I quezzini hanno dimostrato ancora una volta di non avere una fase offensiva all'altezza delle loro ambizioni. 

In coda, gli Amatori Genova, "Cenerentola" della manifestazione, si sono tolti lo sfizio di rifilare un secco 4-1 ad un Genova Calcio Linea Messina sempre più deludente (e deluso). I sestresi hanno scongiurato il "cappotto" con una bordata di Giorgio Mortello, ma sono stati inesorabilmente infilzati dalle stilettate di Bonaventura Torrente, Alessandro Anastasi, Domenico Napoli e Roberto Picciolo. 

Pareggio a reti inviolate (0-0) tra CSKA Pizza e ASD 2S, dopo una partita povera di occasioni. Le retroguardia hanno avuto nettamente la meglio sugli attacchi e il risultato ad occhiali ha fotografato con esattezza quel poco che si è visto nell'impianto "25 Aprile". 

Brutta ed inattesa caduta del Wings Aerospace, che è finito al tappeto contro l'Ottica Gualducci (0-2). Gli "ottici" hanno sfoderato la miglior prestazione stagionale, concretizzando le loro ariose e ficcanti manovre con un paio di frecciate dell'indiavolato Gabriel Bonfim Mello. 

Ha riposato il Foce SAAR Depositi Portuali.

GIRONE B - Lo Sweet Devils, dopo qualche inciampo di troppo, doveva vincere ad ogni costo per rilanciarsi verso l'alto. Ma l'avversario, l'Olimpic Pra' Palmaro 1971, che difende con affanno il suo posto nei playoff, era ostico. Missione compiuta per gli uomini di Andrea Firenze, che si sino imposti con fatica ma pieno merito (3-2). I praesi, anch'essi bisognosi di far risultato, hanno gettato nella mischia tutto il loro furore agonistico, trovando lo spiraglio giusto con i sapienti tocchi di Gjergji Kusha e Doriano Pesenti. I claret-blue sono stati un pizzico più intraprendenti ed efficaci in avanti, sfondando con Alessandro Suzzi e Fabrizio Carlini (che ha concesso il bis). 

L'Ospedale San Martino continua a marciare a mille all'ora, segnando a raffica contro chiunque. Non poteva certo essere il fragile e demotivato Ca' de Rissi San Gottardo a fermare la macchina degli ospedalieri, che infatti ha fatto sfracelli  come indica il 4-0 finale, firmato da Nicola Camisassi, Jihed Aloui, Fabio Pescetelli e Daniel Colombari. 

Il Saint Trappa ha riposato, conservando due lunghezze di vantaggio sul team di Sergio Barocci e sullo Sweet Devils, che ha però disputato una gara in meno.

La Vecchia Rivarolese 2016 ha impattato con un "acrobatico" 3-3 contro un indomito Zener nella partita più spettacolare della settimana. Gli "avvoltoi" hanno insaccato con Andrea Molinari, Luca Scotto e Massimiliano Gioffredi. Gli "ingegneri" hanno replicato a tono con un autogol e le frecciate di Rosario Germino e Stefano Strizoli. 

Il Pescatori Boccadasse ha avuto la meglio d'un soffio (3-2) sull'Atletico Quarto, a cui non sono bastati gli spunti di Fabio Cenciarini ed Elvio Biggi per salvare la pellaccia. I biancocelesti hanno messo definitivamente la testa avanti con i tiri letali di Alessandro Piacentino, Emanuele Dagnino e Guido Guerra. 

Il Pallavicino si è portato a ridosso della quinta posizione (ora è soltanto a meno uno) dopo aver strapazzato con un eloquente 7-2 l'Olimpic Zena, che ha limitato un passivo ancora peggiore con le scudisciate estemporanee di Gianluca Murgia e Davide Paquola. I rivali hanno imperversato con una splendida tripletta dell'incontenibile Filippo Massone e gli acuti di Alessandro Pozzolini e Marco Gullaci e.

Squillante affermazione pure per il Nazario Et Celso, che in trasferta ha dato la paga (4-2) al Phoenix 1995 Ottica Rattaro, che ha graffiato con Bryan Fernando Esmeralda Jinez e Andrea Olcese. Gli arenzanesi hanno capitalizzato al meglio le incursioni di Marco Ferrari (apprezzabile doppietta), Bruno Vinicius Oneto e Federico Tovagliari. 

Riposerà lo Zener.

Francesco Ferrando