Lavoratore Serie A1: momento magico per il G.Siri


Il Colore Viola. Prendiamo a prestito il titolo del famoso film del 1986 di Steven Spielberg per celebrare il momento magico del G. Siri, che indossa, appunto, maglie con quella tonalità. I "cardinalizi" sono infatti gli unici a punteggio pieno nel girone di ritorno del Lavoratore A1. Anche l'FC Quinto, altra formazione in gran spolvero, che aveva sempre vinto nel 2020, ha dovuto arrendersi di fronte alla scatenata truppa di Giuseppe Misurale. 

La partita, bella, intensa e vivacissima (oltre che esemplarmente corretta), si è  sbloccata nel primo tempo, complice un'incertezza collettiva della retroguardia quintina. Il solito, puntuale e onnipresente Adama Kourouma (classe 1994, giocatore davvero totale e totalizzante) ne ha approfittato per insaccare con un preciso fendente, che ha lasciato di sasso il portiere senegalese Ndiop.
Nella ripresa, la maggior freschezza atletica del G. Siri ha fatto la differenza, portando al raddoppio di Moussa Balla N'Diaye, "gemello" del citato Kourouma. Due squadre composte da giovanissimi: è dell'88 il più "anziano tra i tiolari del G.Siri e dell' 89 quello nelle fila del Quinto (Pandiscia ha dovuto abbandonare il campo per infortunio) tutti gli altri classe '90.

La capolista ha segnato il passo, impattando per 1-1 con il coriaceo Campomorone S. Olcese. Come spesso accade, i santolcesini, dopo una prova opaca (vedi l'1-1 della settimana prima con l'ARCI Isoverde 1991 Uniservice Unisafe), si riscattano immediatamente, sfoderando gli artigli. Così è stato contro la compagine di Simone Foglino, a cui non è bastata la rete del vantaggio siglata da Claudio Trapani. I ragazzi di Carlo Bricola sono infatti riusciti a riequilibrare con merito il match, grazie ad una bordata di Matteo Bazzu. 

Il Frigo Genova MGA GDN ha colto la palla al balzo per riavvicinarsi alla vetta (ora a meno due). I "frigoristi" hanno avuto la meglio per 3-1 sull'ASLA Genova Edilizia Genovese. Il confronto è stato acceso e combattuto. Gli uomini di Roberto Di Marco sino passati in vantaggio con Giuseppe Nicotera, ma sono stati raggiunti poco dopo da una pennellata su punizione di Luca Giavarra. Hanno poi sfiorato più di una volta il raddoppio e i loro sprechi, secondo una spietata legge non scritta del calcio, sono stati puniti nella ripresa. La compagine della portavoce Gloria Fossati ha trovato, dopo qualche assalto a vuoto, lo spiraglio giusto con Stefano Ciani e Stefano Fazzari.
Nota di merito per il terzo portiere Cucinotto, che ha ben sostituito Lisi, vice di Renon: fondamentali un paio di suoi interventi salva risultato.

La Fia Italbrokers, intanto, non molla. Ha confermato la sua terza piazza, a cinque lunghezze dalla vetta, sconfiggendo per 2-0 il Boca Devils Genova. I diavoli, come dichiarato alla vigilia, ci hanno provato, ben sapendo di dover far risultato con chiunque per evitare la retrocessione. Ma gli "assicuratori" hanno sfruttato la loro chiara superiorità tecnica, sfociata nei tiri al fulmicotone di Lorenzo Nardini e Gian Nicola Patrone. Per la banda di mister Serpico non c'è stata possibilità di reagire.

In coda, affermazione cruciale dell'Ansaldo Energia, che ha piegato per 1-0 una Cattolica Bogliasco poco lucida. Gli ansaldini, che si staccano così dalla zona calda, hanno capitalizzato al meglio una stilettata di Mattia Bruschi. I bogliaschini sono stati poco incisivi e raramente hanno impensierito la rocciosa difesa rossoazzurra. 

Il Mignanego Bunker è invece finita al tappeto contro il PRCA Golfo Paradiso, che si è imposto con un rotondo 3-0. Non c'è stata partita, con i rivieraschi di Ferrari in continuo controllo delle operazioni. In avanti il bomber Luca Laudisi, che si sta avviando verso il record di segnature in una singola stagione di A1, ha "timbrato" con la solita spietatezza in un paio di circostanze; di Tommaso Pucci l'altra marcatura.

Ha riposato l'ARCI Isoverde 1991 Uniservice Unisafe.

Nella classifica cannonieri, Luca Laudisi ha raggiunto quota 25, con una media impressionante di 1,56. Adama Kourouma (G. Siri) lo segue a 14, precedendo di quattro lunghezze Soufiane El Kamel (Cattolica Bogliasco) e Daniele Petragallo (Campomorone S. Olcese). A 8 veleggiano Mauro Narizzano (Fia Italbrokers) e Salvatore Roberto Carrubba (ASLA Genova Edilizia Genovese). A 7 troviamo Claudio Trapani (A.F. Calcio) e Simone Peso (Frigo Genova MGA). A 6 Giacinto Zito (Fia Italbrokers), Antonio Saggiomo (FC Quinto), Simone Notarnicola (A.F. Calcio) e Pasquale Cirillo (Boca Devils Genova).

L'ordinanza della Regione Liguria che ha bloccato tutta l'attività sportiva sino al 1° marzo per contrastare la diffusione del Coronavirus ha provocato il rinvio di tutte le partite in calendario per il 28 e 29 febbraio. Le date dei recuperi sono state tempestivamente emanate nel Comunicato Ufficiale di lunedì 24 Febbraio.

Francesco Ferrando