Coppa a 11: conclusa la prima fase


Come previsto (e prevedibile) il Golfo Paradiso PRCA ha conservato senza sforzi la leadership del Girone B della Coppa Uisp a undici, qualificandosi così direttamente per le semifinali. Nel turno conclusivo, ha travolto con un significativo 4-0 il Phoenix 1995 Ottica Rattaro, facendo valere la netta superiorità di chi milita in una categoria superiore (la A1 anziché la A2).

Tutto facile per gli uomini di Enrico Ciferri, che hanno dominato in lungo e in largo, senza concedere il benché minimo spazio agli avversari, infilzati ripetutamente (e inesorabilmente) dalle rasoiate di Silvano La Rosa, Luca Corallo, Domenico Cacciapuoti e Mirko Lagomarsino. 

La Cattolica Bogliasco ha invece dovuto sudare le proverbiali sette camicie per venire a capo della stoica resistenza dell'AZ Football Club, che ha infine ceduto di misura (0-1). Il team di Francesco Vari', ultimo con quattro K.O., ha stupito tutti per la tenacia e per l'abnegazione con cui si è battuto. A decidere il match è stata un'invenzione dell'uomo di maggior classe dei bogliaschini, Soufiane El Kamel.

Ha riposato il Saint Trappa. Classifica: Golfo Paradiso PRCA p. 7; Cattolica Bogliasco 5; Saint Trappa 4; Phoenix Ottica Rattaro 3; AZ Football Club 0.

Nella graduatoria cannonieri, hanno terminato a quota 3 l'appena citato Soufiane El Kamel, Claudio D'Agostino (Saint Trappa) e Domenico Cacciapuoti (Golfo Paradiso PRCA). Seguono a 2 Antonio Saggiomo (Cattolica Bogliasco), Alessio D'Agostino (Saint Trappa) e Luca Corallo (Golfo Paradiso PRCA).

Nel Girone A, l'Ospedale San Martino, già certo del primato, ha chiuso a punteggio pieno, superando con un filo di gas il San Gottardo, ultimo a zero punti, per 1-0. Gli ospedalieri hanno giocato un po' in punta in piedi, senza l'assillo del risultato. La manovra è stata meno scintillante del solito, complice anche la buona disposizione tattica della compagine di Alessio Romano. A risolvere il confronto è bastato uno spunto irresistibile del buon Filippo Bovero.

Spettacolo puro nella sfida vinta con un tennistico 6-3 dall'Ottica Gualducci 2 Settembre 1971, che si è assicurata la seconda piazza, approfittando del turno di riposo del'Ansaldo Energia (a far pendere la bilancia dalla sua parte è stata la miglior differenza reti rispetto agli ansaldini, +6 contro +2). 

Gli "ottici settembrini", che sono un inno all'integrazione razziale attraverso la pratica sportiva, hanno scatenato tutta la loro furia offensiva, andando a segno con le fantastiche doppiette di Ridwan Abdir Dahir e Mohammed Qandyl, più gli acuti singoli di Philip Saasongma e Khaled Soukrati.

 Sul fronte opposto, a conferma del sapore internazionale e multietnico dell'appassionante confronto, i "nuovi vecchi ragazzi" hanno replicato con una tripletta da urlo del brasiliano Gabriel Mello Bofim, un'autentica sentenza sotto porta. Le sue prodezze sono state però vanificate da qualche sbavatura di troppo in difesa.

Classifica: Ospedale San Martino p. 8; Ottica Gualducci 2 Settembre 1971, Ansaldo Energia 5; New Old Boys 2; San Gottardo 0.

Tra i bomber, l'inafferrabile Gabriel Mello Bonfim ha raggiunto con 6 reti Sandro Caruso, implacabile fromboliere dell'Ospedale San Martino. Subito dietro a questi formidabili attaccanti, troviamo, con 5 marcature, l'altrettanto valido Matteo Bisaccia, principale finalizzatore dell'Ansaldo Energia.

Ora si passa alla fase ad eliminazione diretta, che, come insegnsno gli Europei, può sempre riservare qualche sorpresa. Ospedale San Martino e Golfo Paradiso PRCA sono le favorite per la finalissima per quanto espresso sinora, ma non si sa mai. Intanto aspettano, per conoscere le loro avversari in semifinale, l'esito dei seguenti scontri: Cattolica Bogliasco-San Gottardo, Ottica Gualducci 2 Settembre 1971-AZ Football Club, Ansaldo Energia-Phoenix 1995 Ottica Rattaro, Saint Trappa-New Old Boys.

Gran finale il 16-17 luglio per sapere chi trionferà in questa Coppa Uisp a undici, che ha segnato la ripartenza del calcio uispino dopo la dolorosa emergenza Covid 19. 

Francesco Ferrando