Coppa a 8: risultati a sorpresa


Quando in un evento sportivo "no hay mañana" (non c'è domani), o si è dentro o si è fuori, cambia il "sentimento", mutano le emozioni, le sensazioni. In questi momenti particolari, c'è chi si esalta e dà il meglio di sé e chi, invece, soffre la pressione e va in crisi. 

Insomma, l'eliminazione diretta, in una competizione, mischia le carte in tavola e stravolge valori che parevano consolidati. Solo così si può spiegare, in parte, come I Lucani, che avevano sempre perso, abbiano potuto, nel primo turno della Coppa Uisp a otto, non solo battere ma addirittura annientare (7-0) lo Still Gianni Gambino, che veniva da tre vittorie e un solo K.O. nella fase a gironi.

Tutto è improvvisamente cambiato e I Lucani hanno travolto gli impotenti avversari con una prova collettiva magistrale, che ha portato al gol Emanuele Spagnolo, Luigi Cuneo ( che ha concesso il bis), Roberto Schipani Mungari, Michael Celano, Mattia De Salvo e Fabio Santomario. Chapeau!

Anche il KF Service Genova Galaxy, sin'ora deludente e in balia degli eventi, ha sfiorato l'impresa contro il ben più quotato G. Siri. Le due compagini hanno dato vita al match più spettacolare, coinvolgente e adrenalinico della competizione, ricco di segnature, giocate sopraffine, palpiti infiniti.

L'hanno spuntata, davvero per un soffio  (7-6), i "cardinalizi", trascinati da un portentoso Rodolfo Assereto, che ha siglato una fantastica tripletta; di Andrea Puglia, Nicolò Colistra e Pietro Della Vecchia (scintillante uno-due) le altre marcature. I "galattici", indomiti e nuovamente ispirati come ai bei tempi, hanno sfiorato l'impresa, con un Andrea Romani immarcabile (da urlo la sua cinquina); il tabellino è stato completato da Davide Altamura. 

Successo a sorpresa pure per la Dinamo, che ha avuto la meglio per 2-0 sul Movimento Rangersport, che aveva lottato sino all'ultimo per il primato nel Girone B, vinto poi dalla Gymnotecnica. Gli "elettrici" hanno messo il lucchetto alla difesa, sfruttando con cinismo le occasioni che si sono costruite e resistendo alla reazione dei rangers. A deciderà l'incerta sfida è stato, con una doppietta da campione, Kevin Tassi, straordinario stoccatore d'area. 

L'unico a tener fede al pronostico è stato lo Spartan Hawks, che ha inflitto un secco 5-0 alla Dinamo Losca. A confezionare l'esaltante "manita" degli " spartani" ci hanno pensato Arjan Bizgjoni, Kristjan Reci (che hanno colpito due volte ciascuno) e Matteo Cabras. Sul fronte opposto, tanta buona volontà, ma scarsa capacità di rendersi pericolosi e di contenere adeguatamente le folate offensive degli scatenati rivali. 

Nella classifica cannonieri generale, prevale ancora Lorenzo Mazzarini, dello Still Gianni Gambino, con 9 reti. Lo segue, a quota 5, Massimiliano Paparella (Armata Mosconi). Terzo, con 4 centri, Michele Longo, compagno di club di Mazzarini. A 3 troviamo quindi Matteo Cabras e Kristyan Reci (Spartan Hawks), Alessio Idili e Donato Manca (Dinamo), più Lorenzo Vinci (bomber dell'Armata Mosconi). 

Nella seconda fase, I Lucani se la vedranno con la Dinamo Losca (9 luglio, ore 21) e il G. Siri duellera' con lo Spartan Hawks (9 luglio, ore 22). Poi entreranno in scena, nelle semifinali del 12 luglio, i vincitori della fase a gironi. L'Armata Mosconi affronterà chi prevarrà tra G. Siri e Spartan Hawks, mentre la Gymnotecnica giocherà con una tra I Lucani e Dinamo Losca. Ricordiamo che tutte le partite del "calciotto" si svolgono nell'impianto di Villa Gavotti. La finalissima si disputerà il 16 luglio.

Al termine del match decisivo, saranno premiate le società che si sono distinte nella stagione 2019-2020: Termoidraulica Marchi (prima classificata degli Amatori a otto), ARCI Isoverde (seconda), Still Gianni Gambino (terza) e KF Service Genova Galaxy (quarta). A Dinamo e Gaiazza verrà consegnata la Coppa Disciplina. 

Francesco Ferrando