Amatori a 8 e Calcio a 6, il punto dopo 8^ e 6^ giornata


Pioggia, ancora pioggia, sempre pioggia. Il maltempo di quest’autunno da diluvio universale ha dimezzato ancora una volta il programma dell’8° giornata del Calcio a 8, con tre incontri rinviati: Serramenti Superba-Angry Friends La Cava, AC Picchia-ARCI Isoverde e Tabaccheria Banco dei Vincitori-Real Ponente.
Il numero di gare da recuperare, quindi. aumenta ulteriormente e rende decisamente intasato il calendario. 
Solo tre partite sono andate regolarmente in onda.
In quella più attesa, il Figgeu ’98 ha inflitto la prima sconfitta stagionale (6-2) alla capolista Patatinaikos FC, sconvolgendo la classifica.
Ora, in vetta, a quota 9, sono salite la rivelazione Ambramar, che ha piegato per 7-5 un combattivo Athletic Pulin La Fenice, e il Genova Calcio Anni 50, che ha avuto la meglio, in un’altra sfida equilibratissima, sul Movimento Rangersport (4-3). L’Ambramar ha però giocato una gara in meno rispetto ai ragazzi degli Anni 50.

Nel 6° turno del Calcio a 6, l’Ediltecno Design AB Edilizia  ha “suonato la quinta sinfonia”: gli edili hanno infatti conquistato la vittoria numero cinque (in altrettanti incontri) a spese del Real Ponente (6-5), ma, come testimonia il punteggio finale, è stata una sfida incertissima e combattuta sino all’ultimo minuto.  
Dietro all’Ediltecno, c’è un’altra squadra a punteggio pieno, che ha però giocato solo quattro incontri: è il Sant’Olcese Carrozzeria KF, che ha rinviato il match con il Mura-Thor.
Rinvio anche per Studio Fossati srl-Cibona CB
Il risultato più sorprendente l’ha ottenuto l’All Scars SC, che ha conquistato il primo punto della stagione, bloccando sul pareggio (6-6) il più quotato Olimpic Pra’ Palmaro1971. Un piccolo e meritato premio per la squadra “simpatia” del campionato, esempio assoluto di spirito sportivo e di passione calcistica.
Né vinti né vincitori pure nell’intenso duello tra Edilcleri e Bambocci Team (5-5).
Infine, l’UCD Fara ha avuto la meglio per 9-6 sulla Campese Amatori FBC, che non è ancora riuscita a trovare la miglior condizione, alternando buone prove a qualche caduta di troppo (Francesco Ferrando).